In camera un etto di Mda. Nei guai studentessa

Lecce. Ilaria Marra, 20 anni di Galatina, è stata arrestata per detenzione di droga ai fini di spaccio

LECCE – 100 grammi di Mda, Metadietilanfetamina, in una piccola cassaforte custodita in camera. Se ne sarebbero ricavate 400-500 dosi dell’importo di 50-70 l’una. Un bel business. I carabinieri di Maglie hanno scoperto il “tesoro” nell’appartamento leccese di una studentessa, Ilaria Marra, 20 anni, di Galatina. Zona santa Rosa, in via Salvatore Di Giacomo. La casa che la ragazza divide con altri studenti. Lì i militari si erano recati alla ricerca di un altro ragazzo, trovato con della marijuana e dell’hashish sulla strada Carpignano-Castrignano. Ma del ragazzo non c’era traccia. I carabinieri hanno comunque effettuato una perquisizione, passando al setaccio tutti gli ambienti dell’appartamento, tra cui anche la stanza di Marra, apparsa subito visibilmente agitata alla vista degli uomini dell’Arma. In un primo momento la 20enne ha negato di essere la proprietaria della cassaforte, riferendo di non avere le chiavi; poi ha detto che apparteneva al fidanzato, del quale tuttavia non aveva il numero di telefono. La ricostruzione è apparsa subito molto debole e poco credibile. I carabinieri hanno così informato il pm di turno Giovanni Gagliotta, che ha autorizzato la forzatura della cassetta di sicurezza. Dentro c'era la droga, suddivisa in quattro dosi preconfezionate; una parte in polvere, un'altra in pietra. Ilaria Marra è stata arrestata con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!