La Virtus è grande con le grandi: pari a Francavilla

La compagine di mister Caracciolo fornisce un'ottima prestazione in terra lucana a cospetto del temibile Francavilla pareggiando per 1 a 1. In gol il nuovo Attadia.

La Virtus Casarano strappa un punto d’oro in casa dell’ex capolista Francavilla in Sinni difendendo l’ 1 a 1 maturato nei primi minuti del match. Il gol di marca casaranese porta la firma del nuovo arrivato Attadia, mentre per i lucani è Nicolao a fare la differenza. Dopo il pari nel derby casalingo col Città di Brindisi, la squadra di mister Caracciolo continua, anche se a piccoli passi, il suo processo di ripresa archiviando il periodo nero dello scorso mese di novembre. I rossazzurri partono forte già al primo minuto con l’acuto di Attadia, che in seguito ad una personale azione insistita, mette in rete da pochi passi. La risposta del Francavilla non si lascia attendere con una conclusione di Nicolao che sfiora la traversa al minuto 22, mentre il secondo squillo arriva sei minuti più tardi con la rete anata a pioggia per un fallo commesso dallo stesso attaccante lucano. Il primo tempo si chiude con il vanatggio degli ospiti che nella ripresa badano soprattutto a difendere il prezioso 1-0. Il Francavilla spinge e va vicino al pareggio al 59' con Leonetti che raccoglie in area il suggerimento di Alvino ma scivola al momento del tiro e spedisce a alto. La doccia gelata per la Virtus arriva all'83' con Nicolao, abile su calcio di punizione a raggiungere il pareggio dopo il fallo guadagnato dal solito Pioggia. La palla calciata dal lucano si infila sotto l’incrocio dei pali lasciando esente da colpe l’estremo difensore casaranese. Nel finale la Virtus sfiora il colpaccio a 5 minuti dal 90' con La Notte che sciupa tutto non concretizzando l'ottimo contropiede rossoazzurro, poi Marziale, all'ultimo istante di gara, di testa manca d'un soffio il gol del 2-1. Il prossimo incontro vedrà la Virtus opposta all’agevole Oppido nella tana del “Giuseppe Capozza”,con un'infermeria ancora affollata.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!