Rifiuti e trasparenza. Marrella risponde a Caggiula

Casarano. Il segretario dell’Idv aveva chiamato in causa il capogruppo del Pdl su presunti illeciti nel rinnovo dell’appalto

CASARANO – “La particolare e grave situazione economica e sociale che interessa Casarano, la grande confusione politica che è scaturita dagli ultimi avvenimenti (accordi tra forze politiche che erano contrapposte, arruolamenti ed allargamenti ed infine la contestazione) e gli sforzi di ciascun gruppo politico locale per avviare la propria campagna elettorale, hanno creato un clima di sospetto e di delegittimazione che impone ampi chiarimenti per evitare che si continui in un crescendo rossiniano, rischiando di cedere al veleno il posto del corretto e sereno confronto politico”. E’ la premessa con cui Giampiero Marrella, capogruppo del Pdl casaranese, introduce la sua replica alle osservazioni di alcuni giorni da parte di Piergiorgio Caggiula, segretario cittadino dell’Italia dei valori, che aveva supposto accordi tra Marrella ed il Pdl ed i vertici dell’Ato nell’ambito del rinnovo dell’appalto per la raccolta dei rifiuti alla ditta Geotec. “La mania di guardare e segnalare sempre la pagliuzza negli occhi degli altri, oppure il letargo nel quale sembra essere caduto l’esponente dell’Idv – scrive Marrella – non gli hanno consentito di accertare che il Pdl locale sia stato in assoluto l’unico partito ad assumere da subito una posizione di contrarietà rispetto a quanto veniva deciso in merito al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in Casarano, e che era il seguito di altre scelte discutibili (se non altro) della vecchia Amministrazione e di alcuni partiti che oggi sono grandi alleati dell’Idv, e ciò indipendentemente dalla appartenenza politica di chi dirige l’Ato ma per mero spirito di servizio verso la Collettività di Casarano”. “Se solo, prima di muovere accuse e diffondere veleni – aggiunge – l’esponente dell’Idv si fosse esercitato nella lettura avrebbe certamente verificato che proprio il Pdl locale ed il sottoscritto avevano sollevato la questione, avrebbe compreso la infondatezza delle sue accuse sia al Partito che alla mia persona. La mia storia personale, la coerenza e la credibilità politica del sottoscritto e del Pdl che da anni si impegnano nella politica locale sono ampiamente dimostrate nel tempo con atti e comportamenti al disopra di qualsiasi sospetto; né è prova il fatto che nessuno, prima della aperta contestazione avanzata dal sottoscritto e dal Pdl, ha mosso un dito o speso una parola per allarmare il paese sulle ultime decisioni dell’Ato in materia di smaltimento di rifiuti, nessuno si era accorto del problema”. Secondo Marrella l’intervento di Caggiula sarebbe stato pertanto pretestuoso ed avrebbe avuto l’unico intento di generare confusione nel contesto politico cittadino; tuttavia esso fornisce l’occasione per fare delle considerazioni ed avanzare della domande quali spunto di riflessioni per i cittadini. Eccole. “Quali sono i motivi, forse non tanto nascosti, per i quali l’esponente dell’Idv stringe intimi accordi politici con personaggi e partiti che, a vario titolo hanno determinato la devastazione sociale ed economica della città? Come coniugare tali comportamenti con una immagine di trasparenza e interesse per la nostra collettività tanto danneggiata ? Come bisogna leggere l’adesione dell’Idv alle altre forze politiche locali (Pd-Udc) nella richiesta avanzata al commissario D’Onofrio di mantenere in vita l’Area Sistema e continuare ad impedire che le evidenti responsabilità nella disastrosa gestione della società sonsortile vengano finalmente accertate ed evidenziate? Perché l’Idv di Casarano oggi si allea misteriosamente con quelle forze politiche che tutti ritengono responsabili dello sperpero di centinaia di migliaia di euro di fondi pubblici? Perché, abdicando alla tutela di quei condivisibili principi (legalità, trasparenza, oculata amministrazione, diligenza del buon padre di famiglia ecc. ) tanto cari, forse solo a parole, al puro Caggiula, l’Idv chiede addirittura che sia la futura amministrazione ad occuparsi del problema ‘Area Sistema’? Sperando legittimamente forse di farne parte? Nel tentativo di fare sopire le coscienze ed i ricordi ? Perché mai l’Idv di Casarano si erge a moralizzatore degli altrui comportamenti per quanto attiene alla trasparenza e salvaguardia dell’interesse comune, quando in un passato recente non ha disdegnato di stringere accordi politici con esponenti e partiti (Udc) che hanno appoggiato l’amministrazione uscente e specifiche decisioni amministrative (basti pensare alla concessione della fideiussione di 1.350.000 euro con le inevitabili conseguenze che saranno scaricate sull’intera città)? Non ritiene l’esponente dell’Idv che quei fondi avrebbero potuto trovare migliore destinazione, magari con progetti specifici su altri settori come il sociale? Con tali premesse come può il signor Caggiula e l’Idv locale ritenere, in maniera autoreferenziale, di essere il depositario unico della trasparenza e legalità in Casarano”? Una bella lista di domande, alla quale ora a Caggiula spetta rispondere in nome della tanto invocata necessità di trasparenza. Articolo correlato: Appalto rifiuti. Caggiula: ‘Il solito teatrino della politica'

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!