Gabellone: ‘Il Pd? Sempre più isolato’

Lecce. Il presidente della Provincia commenta la bocciatura in Consiglio della mozione di sfiducia a Macculi proposta dal Partito democratico

LECCE – “Al momento del voto sulla mozione di sfiducia all'assessore Silvano Macculi, proposta dai gruppi di minoranza, dall'esito della stessa votazione non posso che rilevare, politicamente, il costante, progressivo e sempre maggiore isolamento di una sola forza dell'opposizione, il Partito Democratico, oggi rimasta sempre più sola e unica nella pervicace opposizione al Governo Provinciale”. E’ il commento del presidente della Provincia Antonio Gabellone dopo la bocciatura della mozione di sfiducia all’assessore provinciale al Bilancio proposta in Consiglio provinciale dagli esponenti del Pd. La mozione ha ottenuto i voti positivi del solo Pd e pertanto non è stata accolta. “Il risultato di 22 a 4 – ha aggiunto Gabellone – non è solo un risultato che dimostra la forza dei numeri di una maggioranza che ha superato se stessa. E' il manifesto dell'isolamento politico del Partito Democratico, l'unica forza politica alla Provincia di Lecce che prosegue nel suo cammino demolitorio, demagogico e strumentale, contro tutti e contro tutto. Nulla di costruttivo, dunque, in un atteggiamento esclusivamente denigratorio da cui oggi, rilevo, hanno finalmente preso definitivamente le distanze forze politiche più produttive sul terreno del confronto, come i Socialisti e l'Italia dei Valori (astenuti) e l'Udc (che ha votato con la maggioranza), che hanno lasciato nell'isolamento il Partito Democratico: l'unico partito rimasto solo a non darci atto del nostro lavoro”. Articolo correlato: Ok all’assestamento di bilancio. E Macculi resta

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!