Bollette non pagate. Aqp: 'Anche a rate'

Lecce. Durante l’incontro con una delegazione del Pd, il direttore proviciale dell'Acquedotto pugliese ha comunciato l'intenzione di venire incontro agli inquilini Iacp

LECCE – Acquedotto pugliese ha dato la sua parola: analizzerà caso per caso le difficoltà di pagamento da parte degli utenti predisponendo soluzioni adeguate a tutte le tasche. E’ stato fruttuoso l’incontro di questa mattina tra una delegazione del Pd, composta da Antonio Maniglio, Antonio Rotundo e Giovanni Castoro, ed il direttore provinciale dell’Acquedotto Pugliese Giuseppe Valentini. Al centro del confronto, l’annoso problema del mancato pagamento delle bollette relative agli anni 2007-2008, che nei mesi scorsi ha avuto come conseguenza in diverse palazzine di case popolari di Lecce l’interruzione della fornitura idrica, e che rimane tuttora al centro di un enorme groviglio causa di contenzioso. Due i punti sui quali l’Acquedotto si è impegnato: non tagliare l’acqua alle famiglie a causa di quel contenzioso e la disponibilità ad esaminare ogni situazione specifica, anche riferita a singole palazzine, per verificare ogni singola problematica a partire dai consumi effettivi, con la possibilità di rateizzare quanto dovuto, anche in rate da 5 o 10 euro l’una, tenendo conto delle difficoltà economiche degli utenti e delle famiglie.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!