Rianimazione. La proposta di Barba per l’apertura

Gallipoli. Il consigliere regionale del Pdl ha proposto all’assessore Fiore di ridistribuire il personale medico per garantire l’esercizio del reparto

GALLIPOLI – L’assessore regionale alla Sanità Tommaso Fiore chiederà al Governo Monti di sbloccare la situazione del reparto di Rianimazione dell’ospedale di Gallipoli. Pur pronto e dotato di software delle attrezzature mediche aggiornati ogni tre mesi, il reparto è infatti fermo ed incapace di rispondere alle richieste di salute pubblica del territorio. Colpa – ha spiegato Fiore in un incontro con il consigliere regionale del Pd Antonio Barba – del blocco del turn over che impedisce di destinare al reparto quelle professionalità necessarie a farlo funzionare. “Apprezzando l’impegno del professore – ha dichiarato il consigliere – abbiamo, tuttavia, ribadito che, al di là di questo impegno sinergico che andremo insieme a sostenere, ci potrebbe essere una soluzione più a portata di mano, che prevedrebbe una più efficace ridistribuzione del personale già operante negli ospedali della nostra provincia. Basterebbe spostare qualche unità specializzata a Gallipoli e avremmo un reparto di rianimazione in più da offrire al territorio, con il conseguente miglioramento della risposta di salute che offrono anche tutte le altre strutture”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!