Codacons. Una domenica col consumatore

Lecce. Obblighi, diritti e garanzie post vendita. Tutti i dubbi dei consumatori chiariti nell’incontro di piazza S. Oronzo

LECCE. In piazza Sant’Oronzo per chiarire ogni tipo di questione legata alla finanza. Ha riscosso grande successo l'iniziativa “La Domenica del Consumatore”, con la quale il Codacons di Lecce ha dato appuntamento ai cittadini ieri mattina nella piazza centrale della città. I responsabili dell'Ufficio Legale hanno risposto alle domande e alle curiosità dei consumatori: diritti, obblighi dei rivenditori e garanzie post-vendita le questioni maggiormente portate in auge dai cittadini. Gli esperti hanno chiarito tutte le perplessità dei consumatori, distribuendo volantini e opuscoli esplicativi sull'attività del Codacons leccese. “Presente sul territorio nazionale dal 1986 e nel Salento dal 1996 – ha dichiarato Luisa Carpentieri, avvocata e coordinatrice – il Codacons è l'associazione per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori. Oggi siamo sempre più impegnati nell'ambito della difesa dei diritti dei consumatori attraverso un agguerrito gruppo di avvocati impegnati nella diffusione dei princìpi e nella salvaguardia dei diritti riconosciuti dalla Legge”. “Abbiamo organizzato questa iniziativa per sensibilizzare la cittadinanza alla conoscenza dei propri diritti – ha aggiunto Cristian Sturdà, avvocato dell'Ufficio Legale – , e per far sapere ai cittadini che a Lecce sono attivi numerosi sportelli dove è possibile ricevere informazioni utili per la difesa dei propri diritti, da professionisti specializzati nel settore”. Lo sportello è attivo in via Braccio Martello n. 2, ogni venerdì dalle ore 17.30 alle ore 19.30.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!