17 milioni per la formazione. Mille posti

Lecce. Si è appena conclusa alle Cantelmo la presentazione dei dieci bandi per formare specialisti nei settori più diversi. Toma: “Azioni partecipate per superare la crisi”

Aggiornamento delle ore 11:00 LECCE – 17 milioni di euro per formare giovani e non più giovani. 17 milioni di euro di nuove opportunità messe a disposizione dal Fondo sociale europeo che la Provincia di Lecce ha intenzione di erogare attraverso dieci bandi professionali destinati agli enti di formazione del territorio che li utilizzeranno per organizzare corsi e formare specialisti nei settori più diversi. Mille i posti previsti per altrettante opportunità. Obiettivo: favorire l’ingresso o il ritorno nel mondo del lavoro con competenze aggiornate. “Questa somma – ha dichiarato stamattina l’assessore provinciale alla Formazione Professionale e Politiche del Lavoro Ernesto Toma presentando l’iniziativa – sono solo una parte dei complessivi 24.550.000 euro, che derivano da due diverse annualità, e che verranno utilizzati congiuntamente, recuperando un anno di avanzamento contabile. Le rimanenti risorse fanno riferimento agli Avvisi in fase di pubblicazione, e che saranno presentate a breve”. “Questi avvisi pubblici – ha aggiunto Toma – rappresentano un’importante virata, non solo per le risorse finanziarie messe a disposizione, ma anche per la particolare attenzione rivolta al contesto attuale, segnato da rilevanti cambiamenti”. I fabbisogni formativi a cui i bandi si rivolgono sono stati rilevati sul territorio attraverso la collaborazione di tutti gli attori della Rete dei Servizi del Lavoro e le analisi dell’Osservatorio Mercato del Lavoro della Provincia di Lecce. “Solo azioni partecipate – ha commentato l’assessore – possono facilitare lo sviluppo territoriale, necessario per superare lo stato di crisi”. La maggior parte delle risorse messe a disposizione dagli avvisi sono destinate a finanziare iniziative che si rivolgono a specifiche categorie di destinatari e di fabbisogni. Tra questi: giovani che hanno assolto l’obbligo scolastico e che vogliono conseguire una qualifica spendibile sul mercato del lavoro a livello europeo (avviso LE/07/2011); donne che si trovano in situazioni di disagio e/o che desiderano intraprendere attività auto imprenditoriali (avviso LE/01/2011); soggetti fuoriusciti dal mondo del lavoro e che sono titolari di ammortizzatori sociali o semplicemente disoccupati, comprendendo anche gli over 45 (avvisi LE/03/2011 e LE/04/2011); persone che intendono acquisire o incrementare le proprie competenze da spendere in settori trainanti per l’economia salentina, quali l’Ict (avviso LE/02/2011) e il turismo (avviso LE/05/2011); cittadini, personale tecnico dei Comuni e volontari della Protezione Civile che intendono acquisire competenze circa la pianificazione della viabilità del traffico, la prevenzione degli incendi e la raccolta differenziata (avvisi LE/06/2011 e LE/10/2011). Tutti gli avvisi sono presenti sul sito www.provincia.le.it e sul portale www.pugliaimpiego.it. 8 novembre 2011 Formazione professionale. 17 milioni per i giovani LECCE – 17 milioni di euro di nuove opportunità per i giovani salentini. La Provincia di Lecce presenterà oggi (alle ore 10.30, alle Officine Cantelmo) tutti i nuovi avvisi pubblici emessi dall’assessorato alla Formazione professionale e Politiche del lavoro della Provincia, oggetto di recentissima pubblicazione. Parteciperanno all’Info Day il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, l’assessore provinciale al Lavoro ed alla Formazione professionale Ernesto Toma e Maria Pia Talamo, che ha redatto gli avvisi pubblici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!