Canone Rai. 59 evasori su 100

Casarano. I risultati dei controlli della Guardia di finanza nei primi nove mesi del 2011

CASARANO – 59 violazioni riscontrate su un totale di 100 controlli effettuati. Anche nel settore del pagamento del canone radiotelevisivo, l’evasione tocca livelli alti superando la soglia del 50%. Tanto è emerso dai controlli effettuati nei primi nove mesi del 2011 dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Casarano. In particolare i controlli hanno riguardato esercizi pubblici titolari di abbonamenti speciali, ovvero che utilizzano gli apparecchi radiotelevisivi all’interno di esercizi commerciali. Il risultato dell’operazione ha confermato quanto sia diffusa la pratica dell’evasione. Chiunque possegga in casa o in locali aperti al pubblico uno o più apparecchi televisivi è obbligato, infatti, al pagamento del canone Rai: agli abbonati “distratti” la Guardia di Finanza è costretta a comminare una sanzione amministrativa di importo compreso tra 103,29 euro e 516,45 euro, più una seconda sanzione di 103 euro per non aver pagato la tassa di concessione governativa (che corrisponde al 4 per cento dell’importo complessivo del canone), oltre al pagamento di 99,60 euro della tassa e gli interessi di mora per non aver versato il dovuto alla tv di Stato nei tempi previsti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!