Amministrative. Centro-sinistra: decisa la coalizione

Lecce. Ieri sera si e' ufficialmente formata la coalizione di centro-sinistra. Ancora grande riservatezza sui nomi dei candidati

LECCE – Ieri sera, dopo una lunga riunione, il centro-sinistra leccese ha finalmente sciolto il nodo della coalizione che affronterà compatta le prossime elezioni amministrative. Italia dei Valori, Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà, Federazione della Sinistra, Partito Socialista e Puglia per Vendola hanno trovato un accordo per la corsa a Palazzo Carafa. La notizia è giunta in tarda serata, insieme alla conferma delle primarie come percorso comune. “Dopo tanti valzer da parte del PD – ha spiegato il segretario provinciale dell'IDV Francesco D'Agata – siamo riusciti a fissare l'obiettivo delle primarie per gennaio 2012. Abbiamo anche un'ampia coalizione, il che ci permetterà di andare alle elezioni con più forza rispetto al centro-destra. Loro sono ancora molto divisi e non sembra che riusciranno a risolvere queste divergenze”. La coalizione c'è, le primarie ci sono, ma di nomi neanche a parlarne. Negli ultimi giorni si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbero come candidati alle primarie Cosimo Casilli e Sabrina Sansonetti. Ma se nel PD le correnti sono molteplici e la scelta sarà sicuramente sofferta, da parte dell'IDV la candidatura della Sansonetti appare molto più probabile: “Non ho ancora dato la mia disponibilità – ci ha confermato telefonicamente la responsabile di Innova Puglia – sebbene le proposte siano arrivate da più partiti. Per adesso abbiamo una importantissima coalizione e questo mi sembra già un bel passo in avanti. Pensiamo prima ad un progetto comune, poi ai nomi”. Grande discrezione su chi sfiderà Carlo Salvemini alle primarie quindi, ma, indipendentemente dai candidati, sulla base della nuova coalizione di centro-sinistra, qualcuno ha già cominciato a fare previsioni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!