Povertà ed esclusione. La Puglia quinta in Italia

Mentre in Italia la povertà aumenta, in Puglia diminuisce. Ma resta nettamente superiore alla media nazionale

La Puglia è la quinta regione più povera d’Italia. Lo dice “Poveri di diritti”, il rapporto 2011 (relativo al 2010) su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana – Fondazione Zancan, presentato nei giorni scorsi a Roma. Nella nostra regione l’incidenza della povertà relativa è nettamente superiore alla media nazionale: nel 2010 il 21,1% delle famiglie pugliesi si collocava sotto la linea di povertà relativa. Tuttavia, c’è da segnalare un dato che appare controcorrente rispetto a quello italiano: infatti pur rimanendo a livelli più alti di quelli nazionali, rispetto all’anno precedente nel 2010 la povertà in Puglia è diminuita di 4 punti percentuali (era del 25,1%), mentre in Italia è salita, passando dal 10,8% all’11%. Oltre ai dati sulla povertà economica in senso stretto, il rapporto fornisce un quadro sulle varie forme di disagio sociale e carenze di risorse economiche. Se ne evince una situazione sostanzialmente negativa in Puglia, dove tutti gli indicatori Istat registrano valori di disagio superiori alla media nazionale. In Puglia arriva a fine mese con difficoltà il 20,8% delle famiglie (in Italia il 15,3%); non riesce a fare un pasto adeguato almeno ogni due giorni l’11,9% (in Italia il 6,6%); il 17,6% non riesce a riscaldare la casa adeguatamente (in Italia il10,6%); il 46,1% delle famiglie non riesce a sostenere spese impreviste di 750 euro (dato italiano: 33,3%). Tuttavia rispetto al 2008 la Puglia ha fatto registrare una situazione di sostanziale miglioramento, con segnali postivi in quasi tutti gli indicatori (una media di miglioramento del 10%), eccetto quello relativo al numero di famiglie che non riescono a sostenere spese impreviste di 750 euro (aumentato del 4,5%). // La mensa dei poveri All’interno del Rapporto sono riportati i risultati di uno studio sulla presenza delle mense socio-assistenziali in Italia. Secondo i dati del quarto censimento delle opere sanitarie e sociali ecclesiali in Italia, promosso dalla Consulta ecclesiale degli organismi socio-assistenziali, al primo gennaio 2010, erano presenti in Italia 449 mense socio-assistenziali. In totale, le mense presenti in Italia hanno erogato nel corso del 2009 circa 6 milioni di pasti, corrispondente ad una media di 16.514 pasti al giorno. In Puglia sono state censite 40 mense (8,9% del totale nazionale). Nel corso del 2009, tali strutture hanno erogato 512.383 pasti, pari ad una media di 1404 pasti al giorno. // La spesa socio-assistenziale Il rapporto Caritas riporta, inoltre, aggiornati al biennio 2007-2008, i dati relativi a tre tipi di spesa dei Comuni italiani nel settore sociale: la spesa sociale complessiva; la spesa riconducibile a varie aree di bisogno che possono riguardare persone con disagio economico; la spesa destinata agli interventi per la povertà (cioè “interventi e servizi per ex detenuti, donne maltrattate, persone senza fissa dimora, indigenti, persone con problemi mentali e altre persone in difficoltà non comprese nelle altre aree”). In Italia, tra il 2004 e il 2008, tutti e tre gli indici di spesa sono aumentati in media del 30%. In Puglia, tra il 2007 e il 2008: la spesa sociale complessiva dei Comuni è diminuita del 2,2%; la spesa destinata al disagio economico è diminuita dell’8,9%; la spesa specifica per la povertà è scesa dell’8,6%. // L’8xmille Dal 2001 la Caritas Italiana, su mandato della Cei, si occupa della realizzazione di progetti diocesani rivolti alle fasce deboli, grazie ad una quota dei fondi 8xmille destinati agli interventi caritativi a livello nazionale. In Italia, nel corso del 2009, sono stati realizzati 238 progetti, per un importo complessivo di quasi 14 milioni di euro. Nelle diocesi della Puglia sono stati finanziati 26 progetti, di cui 25 relativi a specifici ambiti di bisogno e un progetto sull’Area Metropolitana di Bari. Da un monitoraggio realizzato da Caritas Italiana, aggiornato al mese di maggio 2011, si evidenzia la presenza in Italia di 806 iniziative, attive presso 203 diocesi (su un totale di 220 diocesi italiane dove è presente la Caritas). In Puglia risultano presenti 46 progetti (nel 2009 erano 30). Rispetto al 2009, in Puglia i progetti anticrisi economica sono aumentati del 53,3%.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!