Appalto rifiuti. Ok alla proroga

Casarano. Il commissario D’Onofrio favorevole al progetto del nuovo appalto dell’Ato Le/3. Ma Verdi e Cdc frenano

CASARANO – Via libera alla proroga del servizio per il nuovo appalto del servizio di igiene urbana. Il Commissario prefettizio, Giovanni D’Onofrio, con la delibera n. 77 del 10 ottobre scorso, ha espresso parere favorevole al progetto del nuovo appalto, elaborato dal Consorzio Ato Le/3, della durata di un mese con un importo a base d’asta pari a 167.561,24 euro (esclusa Iva). Per il Commissario prefettizio, infatti, i contenuti del progetto “sono in linea con le esigenze specifiche di questo comune, e che pertanto lo stesso è meritevole di accoglimento ed approvazione”. Relativamente all’appalto definitivo, inoltre, si prospetta la possibilità di fare una gara unica con i comuni di Matino e Parabita. I “Verdi” e il movimento politico “Cdc”, però, hanno scritto al Commissario per chiedere di fermare l’iter amministrativo della pratica e di demandare tale decisione all’amministrazione civica che verrà costituita dopo le Amministrative del 2012. “Premesso che l’appalto per il servizio su menzionato rappresenta una voce importante nel bilancio delle casse comunali – si legge nella nota firmata da Marcello Torsello (Verdi) e da Claudio Casciaro (Cdc) – precise ragioni di opportunità politica suggerirebbero che, un impegno così gravoso di spesa, fosse demandato agli organi amministrativi di prossima elezione, essendo lo stesso non un mero atto di ordinaria amministrazione, bensì una scelta politica, che potrebbe considerare la costituzione di una società municipalizzata, anche in consorzio con gli altri due comuni o di una società mista con l’apporto di capitali privati”. “Tale scelta – proseguono i due alleati – tutelerebbe l’Ente, come è ovvio, per una gestione più trasparente dell’appalto e potrebbe essere un’opportunità lavorativa, anche occasionale, per quelle fasce di popolazione che versano in gravi condizioni di disagio a causa della pesante crisi occupazionale presente sul nostro territorio. Un Comune non ha purtroppo la dotazione finanziaria, che servirebbe per riassorbire integralmente disoccupazione ed inoccupazione, ma ottimizzando l’utilizzazione delle proprie risorse, può comunque fornire una prima risposta ai cittadini che vivono momenti difficili. Riteniamo infine – conclude la nota – che il servizio di raccolta dei rsu, oggettivamente, possa rappresentare un’importante risorsa finanziaria, alla luce delle recenti normative ed agli incentivi regionali per il settore del riciclo”. Il responsabile provinciale dei Verdi ha sottolineato come sulla vicenda ci sia un “preoccupante silenzio, che avvolge una questione non certo di secondaria importanza, quale l’appalto della raccolta dei rifiuti, da parte soprattutto delle forze politiche cittadine che, a tutt’oggi, impegnano maggiormente le loro energie per individuare possibili candidati alla carica di sindaco e relative alleanze elettorali”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!