Bpm. Musica elettronica per pugliesi

Lecce. Stasera alle Cantelmo la prima edizione di Pooglia Beat Making

LECCE – Sarà il dj londinese John B, l’ospite d’onore dell’evento “Pooglia Beat Making” in arrivo oggi nelle Officine Cantelmo a Lecce. Alla sua prima edizione, la manifestazione, organizzata dall’associazione culturale Multilabit di Lecce, ha l’obiettivo di far conoscere al grande pubblico i tantissimi produttori pugliesi di musica elettronica nel senso più ampio del termine: dall’Ambient al Breakbeat/Breaks, dalla Disco al Downtempo/IDM, dall’Electro all’Etno-elettronica, dalla Goa all’Hardcore, dalla House all’Industrial, dal Jungle alla Drum and Bass, dalla Techno alla Trance, dall’Hip – Hop al Reggae fino alla Psychedelic trance. A salire sul palco insieme a John B, uno dei più grandi ed eclettici dj e produttori di musica elettronica del mondo, saranno i pugliesi Musique taht we love feat Undress, Chordz, Phatiz, Nudo al Cubo, Koona, Bluesteady Triptik, Aumi e Cynic. Senza racchiudere la sua musica in categorie, il repertorio di John B spazia dall’Electro al Punk Rock, dalla Trance alla Drum & Bass e si è ormai affermato nei principali club di tutto il mondo come un headliner che fa ballare a più non posso. Gli 8 produttori si sfideranno, a partire dalle 21, e saranno giudicati da una giuria formata dal maestro Gioacchino Palma, docente del Conservatorio di Lecce, da Tobia D’Onofrio, redattore della rivista Coolclub, da Michele Manca, general manager del festival StreamFest, da Alessandro Pezzuto, fondatore del festival Gusto Dopa al Sole e da Francesco Leaci, dj, produttore e direttore artistico del Day Off Festival. Oltre agli 8 producer pugliesi e alla stella John B, la serata avrà diversi altri ospiti. Innanzitutto Tsunami J, il progetto musicale della salentina Jenny Plantera, che ha scelto il classicissimo vinile come mezzo di espressione della sua musica. Un dj-set vario e ricercato infuocherà la pista, partendo dai suoni hard della nuova electro, spaziando attraverso i loop acidi della house meno classica e convenzionale, per andare poi ad evolversi con bassi morbidi ed arpeggiati che accompagnano i synth tipici della french touch. Sarà dato spazio anche al legame tra la musica elettronica e le immagini con l’esibizione del vj Omar Eox che offre al pubblico uno spettacolo di suoni e colori indimenticabile. Mattatori della serata saranno i salentini Miss Mykela e Mad Dopa che presenteranno la manifestazione. Miss Mykela nasce come guest nel progetto Insintesi ed Mc e voce nel progetto Turntable, insieme a DjMaik. Come cantante, partecipa al primo disco degli Insintesi dal titolo “Subterranea”, alla compilation “Più amore” che vede la collaborazione di Mykela ed altri cantanti ed Mc con un personaggio storico della scena salentina, Treble “Lu professore”. Nel 2008 collabora con il mitico Papa Ricky per il suo disco e i suoi live e con Dj Afghan nelle produzioni della Soul Love. Due sono i progetti che la vedono impegnata al momento, il live set con Insintesi la lavorazione al suo primo album solista. Mad Dopa invece, è il giovane Mc dei Kaya Killa, crew salentina che propone un repertorio Ragga – Hip Hop. Dotato di una voce brillante, Mad Dopa vanta anche collaborazioni con il famoso rapper Inoki, con cui ha inciso i brani “Lu ricordu tou” e “Maschera”. Un’altra chicca della serata sarà il premio. Il vincitore del contest infatti, si porterà a casa un Mpc Akai 2500 e parteciperà in qualità di ospite musicale alla serata di chiusura del progetto a cura di Stream Fest che si terrà il prossimo inverno. Inoltre, il primo classificato avrà anche la possibilità di vedersi distribuiti on line tre strumental, a cura di Acn Music e Green Villas production, che vanta fra i suoi produttori artistici, personaggi del calibro di Enrique Gonzalez Muller (che ha prodotto anche Joe Satriani ed Elisa), Sean Tallman (produttore anche di Rihanna, Backstreet Boys ed Usher), Paul Pilsneniks (che ha prodotto Skatalites e Alanis Morissette), Ronan Chris Murphy (produttore fra gli altri di King Crimson e Tony Levin). Per chi volesse avere maggiori informazioni, è disponibile on line il sito www.multilabit.it/pbm dove ci si può iscrivere alla newsletter e stare sempre aggiornati sui continui sviluppi della manifestazione. Il “Pooglia Beat Making” è un progetto vincitore del concorso regionale Principi Attivi 2010, Giovani Idee per una Puglia Migliore, e vanta come partners la Regione Puglia, il Conservatorio Tito Schipa di Lecce, Unisalento Web Tv, Apulia Film Commission, Officine Cantelmo, Lecce Città Universitaria, Officine della Musica, Cool Club, Livello 11/8, Caucaso Factory, StreamFest, Gusto Dopa al Sole e Day Off Music Festival.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!