Idv: “Commissario, più trasparenza”

Casarano. Nel corso di un incontro con l’Italia dei Valori D’Onofrio si sarebbe impegnato a pubblicare gli atti. Ma ancora a

Pubblicazione on-line, in forma integrale, di tutti gli atti prodotti dall’Amministrazione comunale. E con decorrenza immediata. Sarebbe questo l’impegno che il Commissario prefettizio, Giovanni D’Onofrio, ha formalmente preso dopo le polemiche dei giorni scorsi sulla scarsa trasparenza di Palazzo dei Domenicani. A rilevarlo è i presidente del circolo cittadino dell’Italia dei Valori, Piergiorgio caggiula, dopo un incontro con lo stesso commissario, avvenuto in Municipio martedì scorso. Il colloquio era stato richiesto dal movimento dipietrista. «In merito all’incontro tra il Commissario Prefettizio dott. Giovanni D’Onofrio ed il presidente del locale circolo di Italia dei Valori, Caggiula Piergiorgio – si legge in una nota dell’Idv – avente per oggetto la normativa sulla trasparenza della P.A. e nello specifico l’amministrazione comunale, si è convenuto di, con decorrenza immediata, provvedere alla pubblicazione online in forma integrale di qualsiasi determina delibera o atto relativo al Comune di Casarano. Questo – precisa la nota – per ottemperare agli obblighi di legge e allo stesso tempo rendere fruibile e controllabile a tutti i cittadini l’attività degli amministratori futuri e dei dirigenti comunali». Per onor di cronaca, l’annunciato adeguamento non è ancora iniziato. Alle ore 20 di ieri sera, l’Albo Pretorio del sito ufficiale di Palazzo dei Domenicani si presentava con i soliti ritardi. Le delibere del commissario (che corrispondono a quelle di giunta e di Consiglio Comunale) sono ancora ferme al 29 agosto 2011; le ultime determinazioni hanno la data del 16 agosto 2011. Queste ultime, inoltre, vengono “pubblicate” con la sola facciata della copertina del documento. L’ultima ordinanza pubblicata è addirittura del 17 novembre 2010. Quasi un anno fa! Possibile che in dieci mesi l’amministrazione civica non abbia emesso nessuna ordinanza? Soltanto i bandi, gli avvisi di gara e i concorsi sono aggiornati, ma solo perché è obbligatorio. La trasparenza amministrativa misura il grado di sensibilità di un ente verso i cittadini. Quella del Comune di Casarano è veramente scarsa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!