Lanciano bengala: arrestati due Ultras

Lecce-Atalanta. Una decina di bengala lanciati nello stadio. E così finiscono in manette due di Trepuzzi

LECCE – Lanciano ripetutamente bengala nel corso della partita e vengono identificati dalle telecamere della Digos. Finiscono così in manette in differita flagranza (nel senso che sono stati fermati a seguito del riconoscimento grazie alle riprese video) due ragazzi di Trepuzzi di 28 e 23 anni, Paolo D. e Pierpaolo M. Nel corso della partita dalla curva del Ultras sono stati lanciati otto bengala, anche in direzione del terreno di gioco, incuranti delle ammonizioni dello speaker, che avvertiva che la partiva rischiava di essere sospesa. Grazie alle telecamere poste in sala regia, gli uomini della Digos hanno potuto vedere e identificare gli autori dell’accensione e del lancio dei fumogeni, pedinati nei loro movimenti anche durante le pause della partita. Gli inquirenti infatti hanno potuto riconoscere gli ultras anche grazie al loro abbigliamento, in particolare una maglietta di colore giallo – maniche corte – che riportava sul petto un logo consistente in un cerchio giallo-rosso con le lettere “U” ed “L”, (iniziali di ”Ultrà Lecce”). Dopo la partita i due ragazzi di Trepuzzi, riconosciuti quali responsabili materiale del possesso di fumogeno la cui detenzione all’interno dello stadio, nel corso di una manifestazione sportiva è vietata, sono stati arrestati (in differita flagranza).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!