Truffa ad anziana nobildonna. Sequestrati beni per 700mila euro

Maglie. Indagati l’avvocato della donna, la moglie ed un notaio. L’anziana raggirata era considerata incapace di intendere e di volere

MAGLIE – Sequestro preventivo di due appartamenti del valore complessivo di 700mila euro nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta truffa a una nobildonna di Maglie. Tanto è stato disposto dal gip del tribunale di Lecce Alcide Maritati, su richiesta del sostituto procuratore titolare del procedimento Carmen Ruggiero. I due appartamenti in passato erano appartenuti all’anziana, ritenuta incapace di intendere e di volere, e poi erano stati venduti ad un prezzo nettamente al di sotto del loro effettivo valore, all’incirca la metà, con la complicità del suo avvocato, della moglie, e di un notaio. Un appartamento del valore di circa 65mila euro, ad esempio, sarebbe stato venduto a poco più di 30mila euro proprio alla moglie del legale dell’anziana, che poi ne avrebbe guadagnato anche 10mila euro di provvigione. Nel registro degli indagati oltre ai due coniugi, anche il notaio e l’acquirente del secondo immobile sequestrato. Si tratta, in questo caso, di un antico frantoio del valore di circa 660mila euro, per cui era stato sottoscritto un atto preliminare di vendita per 350mila euro. E’ stata la nipote della nobildonna ad accorgersi di quanto stava accadendo alle spalle dell’anziana ed a denunciare tutto ai carabinieri di Maglie, ai quali sono affidate le indagini.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!