Truffa ad anziana nobildonna. Sequestrati beni per 700mila euro

Maglie. Indagati l’avvocato della donna, la moglie ed un notaio. L’anziana raggirata era considerata incapace di intendere e di volere

MAGLIE – Sequestro preventivo di due appartamenti del valore complessivo di 700mila euro nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta truffa a una nobildonna di Maglie. Tanto è stato disposto dal gip del tribunale di Lecce Alcide Maritati, su richiesta del sostituto procuratore titolare del procedimento Carmen Ruggiero. I due appartamenti in passato erano appartenuti all’anziana, ritenuta incapace di intendere e di volere, e poi erano stati venduti ad un prezzo nettamente al di sotto del loro effettivo valore, all’incirca la metà, con la complicità del suo avvocato, della moglie, e di un notaio. Un appartamento del valore di circa 65mila euro, ad esempio, sarebbe stato venduto a poco più di 30mila euro proprio alla moglie del legale dell’anziana, che poi ne avrebbe guadagnato anche 10mila euro di provvigione. Nel registro degli indagati oltre ai due coniugi, anche il notaio e l’acquirente del secondo immobile sequestrato. Si tratta, in questo caso, di un antico frantoio del valore di circa 660mila euro, per cui era stato sottoscritto un atto preliminare di vendita per 350mila euro. E’ stata la nipote della nobildonna ad accorgersi di quanto stava accadendo alle spalle dell’anziana ed a denunciare tutto ai carabinieri di Maglie, ai quali sono affidate le indagini.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment