La relazione con i disabili. Un corso Università-Asl

Lecce. Destinatari del corso, coordinato da Luigi Santoro, sono professionisti del settore. Già in programma una seconda edizione

LECCE – Qual è il modo giusto per rapportarsi con le persone con disabilità? Parte oggi la prima edizione del corso di formazione “La relazione con le persone con disabilità: metodi e strumenti”. Accreditato ECM, è promosso nell’ambito del Protocollo d’intesa siglato lo scorso anno tra l’Università del Salento e la Asl Lecce e sarà guidato dall’équipe del Centro per l’Integrazione dell’Università del Salento, coordinata dal professor Luigi Santoro, delegato del rettore a Disabilità e integrazione, e di cui fanno parte diversi giovani disabili laureati all’Ateneo. Obiettivo generale del corso è offrire metodi e strumenti innovativi, messi a punto attraverso l’analisi di precedenti esperienze, per potenziare la relazione con le persone con disabilità degli operatori del Dipartimento di Riabilitazione. I destinatari del corso sono psicologi, educatori professionali e neuro psicomotricisti, ovvero professionisti che possiedono già, a diversi livelli, le competenze relative ai processi di socializzazione, nonché quelle psicologiche e pedagogiche che “guidano” la relazione con le persone con disabilità. Il Corso intende, allora, compiere un passo ulteriore: nel percorso formativo gli operatori potranno sperimentare diverse modalità di riconoscimento ed eliminazione dei comportamenti stereotipati che troppo spesso semplificano, quando non dequalificano, le relazioni con le persone disabili. “Un altro obiettivo che coinvolge tutti gli operatori – sottolinea Santoro – riguarda l’accettazione della diversità della persona disabile, a prescindere dalla ‘prestazione’ o dalla sua disponibilità a impegnarsi in un programma di recupero funzionale e inserimento lavorativo”. La formazione, che si svolgerà presso il polo didattico della Asl (via Miglietta 5, Lecce), prevede lezioni frontali e l’utilizzo di metodologie attive (esercitazioni individuali e in piccolo gruppo, role playing), con l’obiettivo di fare acquisire conoscenze teoriche, tecniche o pratiche virtuose in tema di disabilità, e migliorare le capacità relazionali e comunicative in situazioni di reale integrazione, così come praticato in questi anni con gli studenti disabili dell’Università del Salento. Il corso proseguirà nei giorni di 20, 21, 26 e 27 settembre e prevede una seconda edizione a partire dal 19 ottobre 2011.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment