Lupiae, stipendi in ritardo. ‘Il sindaco sciolga il Cda’

Lecce. Il consigliere dell’Udc Wojteck Pankiewicz invita a ridurre i costi per pagare in tempo i lavoratori

LECCE – I lavoratori della Lupiae servizi, la società partecipata del Comune di Lecce, riceveranno anche questo mese lo stipendio in ritardo. Il consigliere dell’Udc Wojteck Pankiewicz manifesta loro la propria solidarietà ed invita il sindaco Paolo Perrone a sciogliere il Consiglio di amministrazione ed a nominare un amministrazione unico al fine di ridurre i costi. “Per l’ennesima volta – dice Pankiewicz – recandomi a Palazzo Carafa, ho avuto modo di incontrare, nei pressi del portone del Comune, decine e decine di lavoratori Lupiae costretti allo stressante esercizio di protestare per la mancata corresponsione dello stipendio alla data convenuta. Il diritto allo stipendio rientra nella sfera dei diritti del lavoratore e doveri del datore di lavoro, che è obbligato a rispettare la periodicità mensile di versamento dello stipendio. I responsabili di questo ennesimo, imperdonabile e inammissibile ritardo, che spesso causa anche danni ai lavoratori, come per esempio il mancato pagamento di un mutuo, corrispondano di tasca loro ai lavoratori gli interessi sullo stipendio”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!