Allarme inquinamento a Torre Mozza

Dopo l'incendio del 21 agosto scorso, tre casi di intossicazione delle vie respiratorie nell'area di Torre Mozza

I consiglieri comunali Carlo Scarcia e Angelo Minenna hanno denunciato, nei giorni scorsi, una situazione di possibile inquinamento atmosferico che ha investito la Marina di Torre Mozza e che persiste dal 21 agosto passato, quando la zona è stata colpita da un disastroso incendio. I due consiglieri hanno chiesto più volte l'intervento del Comune, segnalando “odori sgradevoli e penetranti, che sempre più insistentemente ammorbano l'aria nella splendida Marina ugentina di Torre Mozza”. Ci sarebbero già stati tre casi di intossicazione alle vie respiratorie, con relativi ricoveri in ospedale, e un intervento dell'Arpa Puglia, non sollecitato dal primo cittadino di Ugento, ma dalle strutture ospedaliere del territorio. Minenna e Scarcia hanno così deciso di inoltrare una richiesta formale al sindaco Lecci per avere l'accesso alle analisi della qualità dell'aria e dei campioni di terreno prelevati dal DAP di Lecce di Arpa Puglia. “Tanto per una maggiore tutela del territorio – specificano i consiglieri di opposizione – e per una nostra fattiva collaborazione nell’informare la cittadinanza ed i turisti presenti in quella località di cosa è stato bruciato nell’area dell’ex Ittica, e di cosa si è pericolosamente sprigionato nell’aria in seguito a tale incendio. Articolo correlato: “Incendio a Torre Mozza. ‘Emergenza inquinamento'”

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!