Tragedia sul lavoro. Operaio muore folgorato

Lecce. Claudio De Pascalis avrebbe toccato un cavo elettrico convinto che fosse un cavo telefonico. La scarica elettrica l’ha fatto precipitare di 6 metri

LECCE – Una scarica elettrica l’ha fatto precipitare giù dalla scala. Cioè da un’altezza di circa 6 metri. Il tonfo è stato sordo. Le conseguenze, le più drammatiche. E’ morto pochi minuti dopo Claudio De Pascalis, 34 anni, di Monteroni, operaio impegnato nella sistemazione di un tubo pluviale sul muro esterno di un’abitazione in viale Grassi, tra l’incrocio per Monteroni e via Vecchia Carmiano. La tragedia si è consumata attorno alle 21.30. L’ennesima tragedia sul lavoro. Dalle prime ricostruzioni effettuate, sembra che l’uomo abbia toccato un cavo elettrico convinto che si trattasse di un cavo telefonico. La scossa lo avrebbe folgorato e gli avrebbe fatto perdere l’equilibrio scaraventandolo giù dalla scala. A poco è servito l’arrivo repentino del personale medico il quale non ha potuto fare altro che constatare l’avvenuto decesso dell’uomo. Vigili del fuoco e tecnici dell’Enel sono intervenuti per mettere in sicurezza la casa per la quale è stato disposto il sequestro. La polizia scientifica ha effettuato i necessari rilievi per ricostruire i fatti con maggiore precisione.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!