Droga, alcol e poi alla guida. I risultati di una notte di controlli

La scorsa notte i carabinieri hanno segnalato 13 giovani per uso di stupefacenti e ritirato nove patenti. In tutti sono stati sottoposti alcoltest 375 persone

Discoteca e Notte della Taranta, e le forze dell’ordine intensificano i controlli per evitare le stragi sulle strade. E’ stato per questo che nella notte appena trascorsa i carabinieri di Gallipoli sono stati impegnati, nel territorio del Comune gallipolino e di Cutrofiano, in controlli su strada a contrasto della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. L’operazione nel suo complesso ha permesso di segnalare all’autorità prefettizia, per uso non terapeutico di sostanza stupefacente, complessivamente 13 giovani, per lo più turisti provenienti da tutta Italia, con età dai 20 ai 35 anni. In tutto sono stati sequestrati oltre 11 grammi di hashish e 12 grammi di marijuana. I carabinieri hanno inoltre ritirato complessivamente nove patenti per guida in stato di ebbrezza alcolica riconducibili in grossa parte a turisti. Tra questi un ragazzo è stato addirittura trovato alla guida con un tasso quasi cinque volte oltre il limite consentito ed altri cinque con un tasso oltre due volte il limite. Grazie all’utilizzo di un apparecchio che controlla preliminarmente il tasso alcolemico presente nel sangue, segnalando la positività o meno della guida in stato di ebbrezza e sottoponendo così solo le persone “sospette” all’esame etilometrico vero e proprio è stato possibile sottoporre a controllo ben 375 conducenti di altrettanti veicoli.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment