Nuovo incidente sulle strade del Salento

Ancora un incidente in un mese con un bilancio pesante. Ricoverato in rianimazione un 19enne di Strudà

Peggiora il tragico bilancio delle morti e degli incidenti gravi sulle strade salentine. Ieri notte, per cause ancora da accertare, il giovane alla guida di una Fiat Punto ha perso il controllo della sua auto ed è uscito fuori strada, schiantandosi contro il muretto che costeggia la strada fra Strudà e Acquarica, entrambe frazioni del Comune di Vernole. Il ragazzo ha appena 19 anni e si trova ora ricoverato all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, nel reparto Rianimazione. Si chiama Alberto De Matteis e viaggiava in auto con Giordano Longo, anche lui appena maggiorenne, di Strudà. Giordano se la caverà invece con 20 giorni di prognosi, nel reparto di Ortopedia. Sulla strada dell'incidente, oltre all’ambulanza del 118, sono intervenuti i carabinieri del Norm di Lecce, che hanno provveduto ad effettuare il rilevamenti di rito per risalire all’esatta dinamica dell’incidente.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment