L'artista non c'è, il pubblico insorge

Ieri, a Merine, il cantante jamaicano Elephant Man non si è presentato sul palco e il pubblico ha reagito con veemenza

Elephant man, alias Bryan O'Neil, dà buca e i fan inferociti mettono a ferro e fuoco Merine. E' accaduto ieri notte, quando la tappa del Jam Jam Festival, alla sua quarta edizione, ha visto l'artista 34enne dare forfait senza preavviso scatenando l'ira dei 2500 accorsi a vedere il loro beniamino. Fino alle tre la serata è trascorsa senza intoppi. La ricca scaletta del Festival organizzato nella frazione del Comune di Lizzanello ha divertito e intrattenuto ragazzi e ragazze amanti del reggae, ma via via che il tempo passava sono andati moltiplicandosi i tentativi di forzare la rete metallica che separava il pubblico dalla consolle. Nessuno aveva avvertito il pubblico delle variazioni di programma che di lì a breve sarebbero diventate palesi per tutti. Mentre il servizio d'ordine chiamava le vicine stazioni dei Carabinieri per contenere la folla, diversi sono stati i furti perpetrati ai danni del bar vicino – svuotati interi fusti di birra – e alle attrezzature a bordo palco – è scomparsa una delle casse di amplificazione. Il pubblico pagante – 20 euro a testa – ha rumorosamente richiesto il rimborso del biglietto, che secondo le forze dell'ordine verrà accordato a chiunque ne farà regolare richiesta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment