Autogestione Lecce: la sostanza non cambia

Tutte le Società sportive dovrebbero chiudere i bilanci in pareggio. Ovviamente non è mai così. Il Lecce è però da sempre virtuoso nella sua gestione finanziaria

Da settembre 2009, Michel Platini ha imposto ai club europei una serie di norme restrittive nella loro gestione economica. Le società da anni mostrano infatti difficoltà economiche e carenze di liquidità e la metà di loro a livello europeo riporta perdite alla fine di ogni anno, spendendo il 120% rispetto alle entrate. L'US Lecce è da sempre una società sana da un punto di vista della gestione economico-finanziaria, e questo a dispetto di una “piazza” assolutamete minoritaria a livello nazionale, un pubblico poco presente allo stadio e u contesto economico complessivo nn certo esaltante. Eppure nel Salento ci godiamo da anni campionati di serie A. Oggi l'Unione Sportiva è entrata in regime di Autogestione. In pratica il budget per gli acquisti e gli ingaggi non può superare i ricavi attesi. Esattamente quanto previsto del Fair Play Finanziario dell’UEFA, che impone gestioni finanziarie dei club più disciplinate e razionali, la riduzione del peso rappresentato da salari e trasferimenti calciatori nelle voci di bilancio dei club, l'obbligo per le squadre di competere nei limiti dei propri introiti. Sono quindi giustificate le dichiarazioni di ieri a Tarvisio dell'amministratore delegato Renato Cipollini: “In questi giorni sto osservando il lavoro che mister Di Francesco ed il suo staff stanno facendo svolgere ai ragazzi in questa fase di ritiro. Noto con piacere che nel gruppo c’è un buon clima, tutti sanno che ci aspetta una stagione dura ed impegnativa, una annata nella quale ogni componente del gruppo dovrà dare il meglio di se stesso. Ho già avuto modo di parlare con tutti, evidenziando l’importanza del lavoro che si svolge fin dai primi giorni del ritiro pre-campionato; è in questo momento che si gettano le basi per la nuova stagione sportiva. In occasione della mia presentazione ho già detto che, viste le dinamiche del calcio mercato, che andrà avanti fino alla fine di agosto, purtroppo, quella che è al lavoro in questi giorni a Tarvisio non potrà essere la rosa al completo del prossimo campionato”. Bisognerà aspettare la fine del mese di agosto per vedere la vera fisionomia del Lecce. Ai tifosi non resta che attendere con speranza

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!