False fatture per evadere il fisco

Maglie. La Guardia di finanza ha denunciato quattro imprenditori che avevano messo in piedi un giro per truffare lo Stato

MAGLIE – Fatture per operazioni inesistenti. L’attività ispettiva delle Fiamme Gialle nei confronti di alcuni imprenditori edili della Provincia ha portato alla luce un consistente “giro” di false attestazioni messo in piedi da imprenditori compiacenti per abbattere notevolmente i ricavi e, conseguentemente, pagare meno tasse. La Guardia di Finanza di Maglie, in seguito a tale input, ha verificato le “carte” di un imprenditore della zona, operante nel settore della fabbricazione di elementi in legno per l’edilizia; dai controlli è emerso che l’uomo aveva intrattenuto numerosi rapporti economici con i soggetti tenuti d’occhio dai finanzieri. Ulteriori approfondimenti hanno consentito di accertare l’imprenditore si è reso responsabile dell’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per un imponibile complessivo di oltre 250mila euro e di un’Iva di oltre 50mila euro. Per i quattro soggetti coinvolti nel giro di fatture false, oltre alla segnalazione all’Agenzia delle Entrate per il recupero a tassazione di quanto sottratto illecitamente al Fisco, sono state riscontrate responsabilità di natura penale relativamente al reato di frode fiscale, per cui sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!