Rigenerazione urbana: Il Commissario D’Onofrio ritratta

Casarano. Il progetto non è stato ancora presentato, perché in attesa dell’approvazione del bilancio di previsione

Ritratta quanto precedentemente affermato, il commissario prefettizio D’Onofrio, relativamente alla presentazione dei progetti per la rigenerazione urbana. All’allarme lanciato da Torsello (Verdi) e Casciaro (Cdc) riguardo al rischio di perdere l’importante opportunità di riqualificare alcune zone della città, D’Onofrio aveva risposto secco: “E’ stato già tutto fatto”. Invece a seguito dell’incontro di ieri tra lo stesso commissario e le forze politiche della città, incontro fissato in agenda dietro specifica richiesta dei partiti, con un comunicato stampa il Commissario ha fatto sapere che “la partecipazione di Casarano al bando in scadenza il 6 luglio potrà avvenire solo in seguito all’approvazione del bilancio di previsione 2011, già fissata per il 30 giugno prossimo. E questo poiché la riproposizione sic et simpliciter del progetto, già positivamente accolto con un lotto per 1 milione di euro in conto capitale con il positivo inserimento nel primo bando sulla rigenerazione, non si sarebbe avvalsa della premialità connessa al cofinanziamento”. Riguardo alla rigenerazione urbana dunque ancora a di fatto. Altro capitolo affrontato nel corso della riunione: il destino di Area Vasta. Su questo punto il commissario ha affermato che: “Nulla può mettere in discussione il ruolo di Casarano Capofila nel governo dell’Area Vasta”. Nelle oltre due ore di discussione presso Palazzo di Città, i rappresentanti politici (Gabriele Caputo per il Pd, Giampiero Marrella per il Pdl, Alberto Chiriacò per l’Udc, Pierluigi Caggiula per l’Italia dei Valori, Adamo Fracasso e Claudio Casciaro per il Cdc, Marcello Torsello per i Verdi, Daniele Morelli per Sel, Marcello Margari per Fli), hanno puntualizzato i motivi alla base della richiesta dell’incontro, chiarendo che mai alcuna forza politica ha espresso dubbi e valutazioni negative sull’operato commissariale. Articoli correlati: Rigenerazione urbana. ‘Candidatura presentata'

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!