Identikit di Eusebio Di Francesco

Il nuovo allenatore del Lecce è un quarantunenne esordiente che ha ben figurato con il Pescara la scorsa stagione in serie B

Eusebio Di Francesco è uno abituato a bruciare le tappe. Già da calciatore esordisce ad appena 18 anni in Serie A con l'Empoli e ha poi una sfolgorante carriera: dopo Lucchese e Piacenza, passa alla Roma nel '97, squadra con cui vince lo scudetto nel 2000-2001, collezionando complessivamente 168 presenze e 14 reti. Durante la sua permanenza a Roma gioca anche in Coppa UEFA e viene convocato in Nazionale, con la quale ha totalizzato 16 convocazioni, 12 presenze in campo ed un gol. Da allenatore inizia col Lanciano e poi passa a Pescara in C1 dove raggiunge la promozione in B dopo i play off. Lo scorso campionato si assesta a metà classifica. Ieri il Pescara lo ha lasciato andare verso la platea più prestigiosa della serie A, accordandosi con Zeman per la prossima stagione di serie B. Riguardo il Lecce invece, la proposta che sarà firmata, si pensa oggi, è per un contratto biennale da circa 300mila euro a stagione. Nel prossimo campionato Di Francesco incrocerà da avversario un altro ex romanista suo coetaneo: Montella, attuale allenatore del Catania. 21 giugno Per Di FRancesco manca solo la firma sul contratto Il direttore sportivo del Lecce Carlo Osti è oggi a Pescara per incontrare Daniele Sebastiani, amministratore delegato dei bianco azzurri. Tema della riunione il contratto che dovrebbe legare l'attuale allenatore di Dragonara ai giallorossi e la necessaria contropartita economica, dato che Eusebio Di Francesco è legato al Pescara ancora per una stagione. Viste le ristrettzze economiche del Lecce la soluzione più fattibile dovrebbe essere rappresentata dal riscatto del difensore maliano Diamoutene, giunto in riva all’Adriatico a dicembre scorso in prestito proprio dal Salento, passando per Bari. Intanto a Pescara potrebbe giungere l'indimenticato tecnico ex leccese Zdenek Zeman. Di FRancesco, ex centrocampista offensivo della Roma e del Piacenza, oltre che della Nazionale, è un tecnico poco più che quarantenne alla sua prima esperienza in serie A. In regime di autogestione che per il Lecce scatterà il 30 giugno, non si poteva chiedere di più. Di FRancesco guadagnerà circa trecentomila euro per questa stagione e non dovrebbe riuscire a strappare più di un diritto di opzione per la prossima annata.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!