Dimissioni Pansini. ‘Tutti fuggono dalla sanità di Vendola’

Bari. Il commento sullo stato della sanità regionale da parte del coordinatore regionale Ppdt Salvatore Greco

BARI – “Prima è accaduto all’assessore Fiore, ora anche il direttore generale della Asl barese dice di volersi dimettere; Vendola interviene per farli desistere, la situazione si trascina e intanto la sanità è sempre più allo sbando”. E’ il commento del coordinatore regionale della Puglia prima di tutto, Salvatore Greco, alla notizia delle dimissioni da direttore della Asl di Bari da parte di Nicola Pansini. “Non è la prima volta che un direttore generale nominato da Vendola decida di lasciare in polemica, più o meno apertamente, con le scelte politiche che guidano il settore – ha aggiunto Greco –. In passato è già capitato all’ex rettore del Politecnico, Antonio Castorani, per esempio, per non citare gli attacchi mossi da altri ex dg che non hanno lesinato critiche, in alcuni casi perfino scrivendo lettere aperte e pamphlet. Il fatto è che il governatore aveva assunto l’impegno di far uscire la politica dalle scelte in ambito sanitario – aggiunge il consigliere regionale – ma mai promessa è stata più tradita e neppure il tanto acclamato ‘nuovo corso’ inaugurato lo scorso autunno con la formazione degli aspiranti manager è servito ad alcunché”. “È evidente che ciò che importa oggi – ha concluso – non è ricomporre a unità la squadra di persone scelte da Vendola, quanto assicurare una sanità efficiente ai pugliesi: i fatti di questi sei anni dicono che non sarà questo governo regionale a raggiungere l’obiettivo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!