Attentato al club privato

Campi salentina. Il locale è stato cosparso di liquido infiammabile. Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco di Veglie in due ore

CAMPI SALENTINA – A conti fatti, il danno subito è stato inferiore rispetto a quanto si è rischiato. I vigili del fuoco di Veglie sono intervenuti in tempi assai rapidi e ciò ha permesso di domare velocemente le fiamme appiccate al club privato di Campi Salentina gestito da Pompilio Guerrieri. Ignoti stanotte si sono introdotti all’interno del locale attraverso una finestra posta sulla strada secondaria (l’ingresso dà, invece, su una strada, via Piemonte, ben più in vista) ed hanno cosparso la struttura di liquido infiammabile , che poi ha preso fuoco, non appena è stata innescata una scintilla. L’allarme è scattato ed ha messo in allerta gli uomini dell’istituto di sorveglianza DeIaco Security. La centrale ha inviato sul luogo indicato una guardia giurata che ha constatato di trovarsi non davanti ad un tentativo di furto ma davanti ad un attentato. L’intervento è avvenuto intorno all’1,30 di notte ed è durato un paio d’ore. Sono rimaste annerite dalle fiamme alcune pareti interne, così come quattro tavoli da biliardo. L’incendio, all’arrivo dei “caschi rossi”, stava per coinvolgere anche il sistema elettrico. Il movente resta al momento sconosciuto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!