Puglia rurale. Il premio giornalistico

Il concorso indetto dalla Regione con il patrocinio dell’Ordine dei giornalisti mira a promuovere la conoscenza e la diffusione del bagaglio di saperi e sapori legati alla tradizione rurale

Presentato in occasione di Masserie sotto le stelle il premio giornalistico “Puglia rurale” indetto dalla Regione Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo Rurale, con il patrocinio dell’Ordine dei giornalisti di Puglia allo scopo di promuovere la conoscenza e la diffusione del bagaglio di saperi e sapori legati alla tradizione rurale, che rappresenta uno dei tratti identitari della Puglia, della sua storia produttiva e della sua stessa cultura millenaria. “Due iniziative – spiega l’assessore Stefàno – accomunate dall’amore per la Puglia rurale, dal desiderio di promuovere un patrimonio unico fatto di biodiversità, di paesaggi, di strutture e architetture rurali, di tradizioni, produzioni e tipicità. Il premio giornalistico “Puglia rurale” può essere un ulteriore strumento per divulgare tutto questo e stimolare le comunità, le aziende, gli operatori ad una sempre più consapevole tutela e valorizzazione della ruralità e del territorio pugliese”. Previste quattro categorie (carta stampata, tv, radio, web), possono partecipare giornalisti professionisti o pubblicisti, italiani e stranieri. Il regolamento completo sarà pubblicato sul sito della Regione Puglia e dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!