La Notte rosa. Due giorni di donne

Otranto. Musica, artisti di strada, convegni e persino un “pit stop allattamento.” La notte si tinge di rosa, anche quest’anno. Il 24 ed il 25 giugno

OTRANTO – Appuntamenti dei più disparati per un cartellone ricco ricco che occuperà due giorni in riva all’Adriatico. Ritorna ad Otranto la Notte rosa, la manifestazione dedicata al lavoro al femminile tra ricerca, scienza, musica, letteratura, teatro, arti visive. Edizione numero quattro. L’evento è organizzatp da una fitta rete interistituzionale e associativa: Comune di Otranto (Assessorato alle Pari Opportunità), Consigliera di Parità della Regione Puglia, Assessorato al Welfare della Regione Puglia, Consigliera di parità della Provincia di Lecce, Ocso – Associazione dei Commercianti di Otranto, con il patrocinio di Assessorato al Mediterraneo, alla Cultura e al Turismo, Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, ARTI, Università del Salento, Politecnico di Bari, Università agli studi di Bari “Aldo Moro”, Isac CNR, TECNOPOLIS Pst, Associazione Donne e Scienza, Associazione ITWIN – DISTI, Confindustria Puglia, APT Lecce. Un cartellone pieno di eventi da gustare ad uno ad uno che si svolgeranno nel cuore del centro storico del comune idruntino e che avrà come protagoniste le donne. Anche quest’anno, dopo l'apertura della mostra (ore 18.30) presentata dalla sua curatrice, la dottoressa Elisabetta Durante, giornalista scientifica, dal titolo “La complessità di LHC in mano alle donne” allestita presso Largo Alfonsina, prenderà il via il seminario formativo e divulgativo (venerdì 24 giugno – Largo Alfonsina ore 19,00) sul tema della scienza e della ricerca al femminile. Il barcamp, dal titolo “Vita da Streghe, Scienza, Tecnologia, Ricerca:la sfida della Donne”, vuol mettere in evidenza come la disparità di genere nell’accesso alle carriere tecnico-scientifiche possa compromettere: l’equità del sistema – la discriminazione di genere è una violazione dei diritti umani; l’eccellenza – si rinuncia a sviluppare le potenzialità di una percentuale rilevante della popolazione; l’efficienza- è uno spreco istruire e formare giovani scienziate per poi non usare la loro capacità e competenza. A conclusione del seminario sarà conferito, a ricercatrici pugliesi, il Premio Talento Donna, riconoscimento istituito nell’ambito della Notte in rosa su iniziativa della Consigliera di Parità della Regione Puglia. Quest'anno La Notte in rosa riserva grande attenzione anche ai bambini e alle bambine, promuovendo l'organizzazione di un laboratorio scientifico – a cura di Sistema Museo Orione.biz – “Magie della scienza: maghi e streghe al lavoro” per bambine e bambini dagli otto ai 12 anni, che si terrà presso il Castello di Otranto (a partire dalle 18.00 fino alle 20.30). Il laboratorio vuole essere un’occasione sia per avvicinare i più piccoli ai misteri della scienza attraverso l’esperienza diretta e il gioco, sia per consentire ai genitori di partecipare alle iniziative con serenità. Per i più piccoli, invece, ci sarà animazione per le vie del centro storico. Infine presso i Giardini pubblici sarà attrezzata, a cura dell’associazione Progetto Genitori, un’area di sosta – Pit stop allattamento – (dalle 18.00 alle 22.00) per consentire alle neomamme di allattare i propri bimbi in intimità e di ricevere informazioni e materiale per la promozione dell’allattamento al seno. Il programma della Notte rosa

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!