Maglie-Collepasso. Scompare la ‘curva della morte’

Collepasso. Oggi l’inaugurazione dei lavori di messa in sicurezza della strada provinciale 361

COLLEPASSO – Alle 11 di oggi saranno ufficialmente inaugurati i lavori di adeguamento e messa in sicurezza della strada provinciale 361 Maglie – Collepasso – Cutrofiano. Parteciperanno il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, l’assessore Provinciale all’Edilizia Stradale Massimo Como, il sindaco di Maglie Antonio Fitto, il sindaco di Collepasso Paolo Menozzi e il sindaco di Cutrofiano Oriele Rolli. “Questo intervento stradale – ripercorre il rresidente Antonio Gabellone – si inserisce nella programmazione più ampia di complessiva messa in sicurezza delle strade più pericolose della Provincia di Lecce, per migliorare la viabilità provinciale e soprattutto garantire maggiore sicurezza agli automobilisti. Il progetto di sistemazione della Maglie – Collepasso – Cutrofiano prevede infatti la rettifica della famigerata e tristemente nota ‘Curva Padre Pio’, molto pericolosa tanto da essere teatro, purtroppo, di decine di incidenti anche mortali nell’ultimo periodo. Sarà anche realizzato un rondò che consentirà di meglio canalizzare i flussi stradali, diminuendo la velocità e di fatto azzerando i rischi di ulteriori incidenti”. “La cerimonia – spiega ancora il Presidente Gabellone – avrà luogo proprio nei pressi della curva (a circa 3 chilometri dall’ingresso nell’abitato di Collepasso, n.b.), anche per mostrare agli operatori dell’informazione le condizioni del paesaggio circostante, della vegetazione, l’assoluta non invasività dell’intervento sull’ambiente”. // Scheda tecnica del progetto Importo totale progetto: 1.193.585,98 euro Importo dei lavori: 563.839,35 euro al netto del ribasso d’asta del 31,14% Oneri di sicurezza: 27.469,52 euro Impresa esecutrice: Bs Costruzioni con sede a Giuggianello (Le) Tempi di esecuzione: 270 giorni, fine lavori 22/12/2011 // Breve descrizione dell’intervento Il progetto propone il miglioramento del tronco stradale interessato, dal punto di vista della sicurezza, mediante la rettifica di una curva al km 8+400, con la modifica del raggio da 95 m. a 500 m. La larghezza della sede stradale è di 7 metri, suddivisa in due corsie di 3,50 metri, oltre a banchine laterali di 1,25 metri cadauna. Inoltre, è prevista la modifica dell’intersezione con la S.P. 198 per Cutrofiano, con la realizzazione di una rotatoria avente un raggio della corona interna di 21,50 metri e larghezza complessiva dell’anello rotatorio di 8,75 metri. In corrispondenza della rotatoria, al fine di assicurare adeguati livelli di servizio è previsto un impianto di illuminazione a torre faro oltre ad interventi sulla segnaletica. Infine, per eliminare gli accessi privati ai fondi prospicienti il tratto di strada oggetto di rettifica, sarà realizzata una viabilità complanare avente una larghezza della carreggiata di 5 metri. Il punto di ritrovo per la prima pietra è stabilito in corrispondenza della intersezione con la SP 198 per Cutrofiano lato dx in direzione Maglie, ove è stato realizzato lo splateamento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!