‘Un Coordinamento politico per far rinascere Area Vasta’

Casarano. Il futuro della politica locale, il rinnovamento del tessuto sociale, le strategie per rilanciare Area Vasta. La riflessione a tutto tondo dell’Udc cittadina

CASARANO – Per mettere a frutto il programma di Area Vasta servirebbe un Coordinamento politico cittadino al fianco del commissario d’Onofrio. E’ il punto di vista dell’Udc cittadino che riflette sui tempi e sui modi stabiliti per lo sviluppo delle Aree vaste pugliesi decisi alcune settimane fa a Bari in riunione ufficiale con il presidente della Regione Nichi Vendola. L’obiettivo a questo punto dovrebbe essere, secondo l’Udc, riuscire a concorrere alla individuazione degli interventi prioritari per il Basso Salento i quali, come deciso a Bari, devono presentare i requisiti della ‘strategicità’ e della ‘cantierabilità’. Ma, al di là del tema dell’Area vasta, l’Udc lancia un appello più generale a fare sistema, anche nell’ambito della politica cittadina. Inevitabile, pertanto, “fare il punto” su ciò che è accaduto nelle ultime settimane a Palazzo. Un’esperienza, quella della caduta anzitempo dell’Amministrazione, che seppur tragica deve, dice l’Unione di centro, portare al superamento delle criticità e alla nascita un laboratorio politico per l’elaborazione di un nuoco corso amministrativo. Di seguito la lettera dell’Udc Da più parti ci viene chiesto di fare piena luce sugli avvenimenti che hanno determinato la crisi dell’Amministrazione comunale di Casarano e, più ancora, di esprimerci sul futuro della città. Lo facciamo volentieri perché dalla esperienza traumatica, vissuta personalmente, Casarano possa trarre grandi e migliori benefici. Abbiamo vissuto la crisi con uno stato d’animo positivo, convinti che, in questo contesto di generale incertezza, Casarano potesse esprimere sulle ceneri di una esperienza che pure, per certi versi, ha permesso il superamento di alcune criticità, un suo laboratorio politico, per un nuovo corso, istituzionale ed amministrativo, anche alla luce di quanto si è potuto registrare nella vicinissima Nardò. Con il sindaco De Masi? Nulla di personale, se non il disagio nel dover sostenere una linea politica che contravveniva agli orientamenti dell’Udc, sempre attenta alle questioni ambientali ed, ancora, la percezione che più settori (non solo, ovviamente, quelli vicini alla opposizione che, certamente, per ambizioni meno nobili, hanno sostenuto la chiusura di una esperienza) guardavano con sospetto la maggioranza legata al sindaco De Masi (considerata strumento a sostegno di interessi di parte). Da qui, un primo suggerimento, un invito a tutte le altre forze politiche casaranesi perchè creino le condizioni, nel prossimo futuro, per scenari, chiari e trasparenti, che richiedono quale condizione necessaria, ancorché non sufficiente, la ricerca di candidati estranei al mondo, pur legittimo, degli interessi economici, votati al perseguimento del bene comune. Dicevamo di un laboratorio per costruire, attraverso il necessario dialogo con la società civile, un ‘programma per Casarano’, in grado di attrarre le forze politiche disponibili per costituire una coalizione vincente. Ma oggi, ed è questo il secondo invito, non possiamo pensare, in via esclusiva, al futuro in termini di ‘coalizioni politiche’ da costruire e di ‘liste elettorali’ da comporre, a sostegno dei candidati sindaci. Dobbiamo porci il problema del ruolo di Casarano, da oggi e fino allo svolgimento della consultazione elettorale, nella sua qualità di primario riferimento della omonima Area Vasta. Non possiamo non sostenere, per tale finalità, il dott. d’Onofrio che, nella sua qualità di Commissario prefettizio, è impegnato nel definire opzioni da adottare. E’ necessario ed urgente, per tali impegni, definire un Coordinamento politico cittadino che affianchi il commissario d’Onofrio perché possa esprimersi, nelle competenti sedi istituzionali, sul Programma delle Aree Vaste, con il massimo della autorevolezza. E tanto per concorrere alla individuazione degli interventi prioritari per il Basso Salento. Interventi che, sulla base delle determinazioni assunte nel corso del primo incontro al livello regionale, devono presentare i requisiti della ‘strategicità’ e della ‘cantierabilità’. E tanto per poter, da un lato, incidere sullo sviluppo del territorio e, dall’altro, adempiere agli obblighi comunitari, in termini di spesa e di rendicontazione. Peraltro, ricercare le ragioni dello stare insieme, oggi, per i superiori interessi di Casarano e del Basso Salento potrebbe favorire, domani, la formazione di coalizioni omogenee, con riferimento ai valori e principi da sostenere, coese relativamente ai programmi da varare. Di certo, un tale impegno renderebbe più agevole la ripresa della vita amministrativa, all’indomani delle ricostituzione degli organi democratici. Alberto Chiriacò Commissario UDC Casarano

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!