Fotovoltaico. Gli impianti che stanno calcellando Valle della Cupa

Lecce. L’interpellanza di Wojtek Pankiewicz (Udc) al sindaco Perrone: impianti di energia rinnovabile sì, ma non si deturpi il territorio

LECCE – Il consigliere comunale dell'Udc Wojtek Pankiewicz ha presentato ieri mattina un'interpellanza al sindaco di Lecce Paolo Perrone, che prende spunto dai nuovi impianti per la produzione di energia fotovoltaica nella Valle della Cupa.

Valle della Cupa
Valle della Cupa

Pankiewicz, che già si è detto favorevole alle energie rinnovabili ed alternative, chiede a Palazzo Carafa che si studi il modo di proseguire sulla strada della “green energy”, senza che questa diventi un incontrollabile business con gravi conseguenze sul nostro territorio. Che, in buona sostanza, conservi quell'aggettivo “green”, verde, e non deturpi le nostre campagne, snaturando così la propria caratteristica di energia pulita.

Valle della Cupa
Valle della Cupa

Per fare in modo che la tendenza al fotovoltaico o all'eolico non diventi un pericoloso boomerang, è necessario, secondo il rappresentante dell'Udc, stilare un una mappa che offra un quadro completo dell’attività di produzione di energia da fonti rinnovabili nel Comune leccese; e che, inoltre, si studi una proposta di Piano energetico comunale che consenta una corretta pianificazione energetica nel pieno rispetto delle esigenze di tutela ambientale e paesaggistica. Proposte condivisibili che, a questo punto, dopo tanti scempi già perpetrati al paesaggio salentino, si rendono utili anche per il futuro. Regolamentare l'assalto alle terre assolate o ventose della nostra provincia, porterebbe, di conseguenza, molte aziende a soluzioni esteticamente più ragionevoli. Tetti di abitazioni, di edifici pubblici, di capannoni industriali sono un'opzione da molti non ancora considerata, nonostante le numerose proteste da parte di associazioni ambientaliste e non solo.

Valle della Cupa
Valle della Cupa

Le foto scattate nella Valle della Cupa, sulla strada Lecce – Novoli, nei pressi della comunità Emmanuel, parlano chiaro. Due mega impianti fotovoltaici, pare di 7 e 5 mkw, stanno anando un paesaggio che, a rigor di logica, andrebbe preservato. Il sindaco Perrone ne sarà a conoscenza?

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!