La coppia scoppia se … ti scoppia di fare la pipì

Una indagine condotta su 200 donne genovesi e romane: impatto negativo dei disturbi della minzione sulla vita sessuale della coppia.

Disturbi urinari e sessualità non vanno proprio d'accordo. L’aumento delle frequenza minzionale associato all’impellente e frequente bisogno di urinare abbattono il desiderio e l’attività sessuale della coppia. E’ questa l’importante conclusione di una indagine condotta su 200 donne genovesi e romane. In particolare lo studio ha evidenziato prima di tutto preoccupazione ed imbarazzo per il fatto che gli altri possano venire a conoscenza di questo disturbo. Infatti il partner, nella maggior parte dei casi, si è accorto delle difficoltà minzionali della propria compagna solo osservando un episodio di incontinenza. L’incidenza di questo senso di disagio è stata riscontrata per il 60% nelle coppie romane, e per il 54% nelle genovesi. Ma la vera novità che scaturisce da questa ricerca è costituita dall’impatto negativo dei disturbi della minzione sulla vita sessuale della coppia. Un fatto questo tristemente invalidante se si pensa che la vescica iperattiva colpisce donne in giovane età. Il dato singolare è che, a Genova oltre il 30% degli intervistati abbia attribuito ai propri sintomi la decisione di non essere sessualmente attivi, mentre a Roma li 34% di rispondenti ha dichiarato che la vescica iperattiva ha significato spesso rinunciare ad iniziare una nuova relazione sentimentale. L’impatto negativo sulla sessualità è ancora più evidente per quel che riguarda il rapporto: esso viene rifiutato dalle donne genovese nel 45 % dei casi, da quelle romane nel 38%. Lo studio effettuato ha evidenziato che anche relazioni di coppia consolidate possono essere influenzate negativamente dai disturbi minzionali della vescica iperattiva: infatti il 50% degli intervistati la sintomatologia ha causato una perdita di vicinanza ed intimità con il proprio partner. Analogamente il 34% ritiene questo motivo sufficiente per non essere coinvolti in una nuova relazione. Infine il 30% degli intervistati non erano al corrente dell’esistenza di soluzioni terapeutiche in grado di porre rimedio al disturbo, ma 8 su 10, percependo una possibilità di cura, hanno dichiarato di essere ben disposti a seguire il consiglio di un medico per risolvere il proprio problema. Prof. Lamberto Coppola Andrologo – Ginecologo – Sessuologo Direttore Sanitario dei Centri Integrati di Fisiopatologia della Riproduzione Umana Tecnomed (Nardò) e Casa di Cura Fabia Mater (Roma). Direttore Scientifico del Centro di PMA, Casa di Cura Salus (Brindisi) Responsabile dell'Ambulatorio Territoriale di Terapia dell'Infertilità di Coppia – Unità Operativa di Fisiopatologia della Riproduzione – ASL Le1 – Ospedale S. Giuseppe Sambiasi – Nardò (Le) http://www.medicinadicoppia.it – http://www.centrotecnomed.it tel. +39.0833.567547 – Fax. +39.0833.567931 e-mail: [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!