Vacanze 2011. La Puglia è la seconda meta italiana

La ricerca Europcar-Doxa: quest’anno andrà in vacanza meno della metà degli italiani andrà. Dove? In Puglia, oltreché in Sardegna

La crisi economica taglia le vacanze degli italiani ma strizza l’occhio alla Puglia. Secondo una ricerca realizzata dall’Osservatorio Europcar-Doxa, partirà per le vacanze solo il 49% dei cittadini del Bel Paese, costretti a fare i conti con sempre meno risparmi riservati alla villeggiatura. In questo triste scenario, il risvolto positivo c’è: la Puglia è tra le destinazioni predilette dai turisti, insieme alla Sardegna, l’Emilia Romagna (news entry dell’estate 2011) e la Sicilia. La Puglia sarà scelta infatti dal 9% dei vacanzieri italiani; ovvero sarà la seconda meta degli spostamenti estivi, dopo la “solita” Sardegna (che sarà preferita dal 13% degli italiani). A pari merito con la Puglia, si impone l’Emilia Romagna, seguita da Sicilia e Toscana ferme all’8%. Dall’indagine Europcar-Doxa si evincono inoltre altre informazioni sulla vacanza 2011. Il 35% degli italiani sceglierà il mare, in calo rispetto al 41% dello scorso anno; “tiene” la montagna che sarà la scelta del 6% degli italiani in vacanza, e si fanno largo le città d’arte, che verranno prese di mira dal 4% dei cittadini in movimento. Il 76% di quanti partiranno concentrerà le ferie estive nell’arco di una o al massimo due settimane, mentre continua la tendenza a veder crescere il peso delle destinazioni italiane (74%, contro il 68% del 2008) rispetto a quelle estere (22%, rispetto al 27% del 2008). In questo caso, tra le mete preferite sarà boom della Spagna (19%), seguita da Grecia (14%), Croazia (12%) e Francia (9%).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!