Ordigno esplode in piazza Ariosto

Lecce. Preso di mira il negozio di frutta e verdura “FruttAngolo”. Tra i cittadini cresce la paura per un ritorno del racket delle estorsioni

LECCE – L’esplosione ha svegliato tutti. Anche perché il palazzo ha letteralmente tremato, come hanno avuto modo di raccontare agli inquirenti i residenti in zona. Un ordigno di medio potenziale è stato fatto esplodere poco prima di mezzanotte a pochi passi dal centro, in piazza Ludovico Ariosto. Ad esser preso di mira il negozio di frutta e verdura “FruttAngolo”, di Pierpaolo Calò, residente a Castromediano. E’ qui, ai piedi di una delle tre saracinesche, che i poliziotti hanno rinvenuto la bomba. Che ha danneggiato il muro e rotto i vetri e seminato il panico. I vigili del fuoco di Lecce intervenuti sul posto hanno subito dovuto verificare se il contatore del metano, lì vicino, fosse stato danneggiato, ma per fortuna è rimasto integro. Danni anche a un'auto parcheggiata davanti all'attività commerciale. Al momento i poliziotti sono al lavoro per verificare se le telecamere di sorveglianza installate all’ingresso dell’esercizio commerciale abbiano ripreso qualcosa di utile alle indagini. Sul posto si sono radunati subito molti cittadini preoccupati per un ritorno dell’attività estorsiva legata al racket. Accorso sul luogo dell’esplosione anche il sindaco Paolo Perrone.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!