Il commissario: ‘Avvieremo le opere finanziate’

Casarano. La promessa è emersa durante l’incontro tra il movimento dei “Verdi-Insieme per Casarano” ed il commissario prefettizio Giovanni D’Onofrio

CASARANO – Diverse opere pubbliche, per le quali è già stata prevista la copertura finanziaria in bilancio, potrebbero essere avviate o portate a termine anche dalla stessa amministrazione commissariale. E’ quanto è emerso dall’incontro tra il commissario prefettizio, Giovanni D’Onofrio, e la delegazione del movimento “Verdi-Insieme per Casarano” avvenuto giovedì scorso a Palazzo dei Domenicani. Il colloquio, che si è svolto in un clima di grande cordialità, è stato incentrato sui lavori pubblici anche perché della delegazione faceva parte l’assessore uscente al ramo, Marcello Torsello, che ha consegnato al commissario un elenco dei lavori pubblici già concertati con la struttura tecnica comunale. Torsello ha illustrato quanto svolto durante il suo mandato, individuando d’intesa con il commissario le priorità attuabili nell’interim che porterà alle prossime elezioni comunali. L’assessore uscente riferisce “la propria soddisfazione per l’intesa raggiunta nell’attuazione anche per quest’anno dei cantieri di lavoro per i disoccupati, senza passare in secondo piano altre importanti opere”. Tra queste la costruzione del canile sanitario, “lavoro purtroppo frenato dall’ex sindaco – commenta Torsello – per una sua improbabile rivisitazione progettuale da parte di un noto stilista di moda casaranese”. D’Onofrio “ha espresso apprezzamento ed impegno per quanto illustrato, che si è riservato di comunicare entro un mese al movimento ed alla cittadinanza lo stato degli interventi programmati”. Ma quali sono le opere per le quali era già stata prevista la copertura finanziaria in bilancio? Per il movimento “Verdi-Insieme per Casarano”, oltre al canile e ai cantieri di lavoro per i disoccupati, ce ne sono diverse. Il progetto di ristrutturazione dell’auditorium comunale, collegato ad un finanziamento regionale (Bollenti Spiriti), per cui è già arrivata la diffida dalla Regione; “perderlo – commenta Torsello – significherebbe sospendere i lavori e generare danno al Comune di Taurisano per la ristrutturazione del palazzetto dello sport, il cui progetto è collegato al nostro”. L’ex asilo nido di via Tagliamento, destinato parte a centro di prima accoglienza, per il quale è già stato fatto l’avviso pubblico e il computo metrico di circa 400mila euro. Sistemazione strade interne, in parte finanziato dalla Regione per 80mila euro e parte richiesto mutuo di 450mila euro alla Cassa depositi e prestiti (a rischio di revoca). Senza dimenticare, infine, i progetti relativi alle infrastrutture in zona industriale, all’impianto di illuminazione (gara per manutenzione ordinaria e straordinaria), alla tracimazione liquami dai tombini della fognatura nera in contrada “Vignali” e all’atteso progetto Pirp.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!