‘Più attenzione alla zona Pip’

Maglie. L’ordine del giorno presentato dal Pd impegna sindaco e Giunta a bonificare e valorizzare la zona industriale

MAGLIE – Rilanciare la zona Pip, finora troppo trascurata. E’ il succo dell’ordine del giorno presentato da parte del gruppo consiliare del Pd, composto da Raffaele Cesari, Sabrina Balena, Salvatore Moscaggiuri e Antonio Tau. Nella richiesta si impegnano la Giunta ed il sindaco ad adottare ogni iniziativa finalizzata alla attuazione degli interventi di bonifica ambientale e manutenzione della zona P.I.P. nonché alla programmazione e realizzazione dell’intervento di allacciamento diretto della viabilità P.I.P. alla S.S. 16. “Collocazione geografica, storia e tradizioni avrebbero potuto fare di Maglie un punto di riferimento territoriale nel settore della produzione artigiana, un polo di attrazione per imprese e investimenti – ha spiegato il capogruppo del Pd, Raffaele Cesari -. Ma questo non è accaduto per la mancanza di una programmazione efficace e di scelte strategiche lungimiranti da parte delle amministrazioni comunali. Si è scelto di investire nelle grandi opere pubbliche, i cui risultati fallimentari sono sotto gli occhi di tutti, piuttosto che offrire sostegno effettivo al mondo delle imprese e del lavoro attraverso servizi e strutture logistiche adeguati. Ancora oggi – ha aggiunto – a sembra cambiare. Lo dimostrano le condizioni di degrado in cui si trova, nonostante le denunce e le sollecitazioni degli operatori economici, la zona artigianale posta alla periferia nord della città: discariche a cielo aperto in attesa di bonifica, pessima manutenzione dei luoghi e dei tragitti interni di percorrenza, mancata recinzione delle superfici non ancora fabbricate, assoluta assenza di collegamento dell’area con i fondamentali snodi viari”. Con l’ordine del giorno presentato il Pd chiede dunque all’amministrazione di avviare da subito, di concerto con gli altri enti interessati, un percorso virtuoso diretto al potenziamento e allo sviluppo della zona artigianale, “sinora – si legge nella nota – pesantemente compromesso anche dalla contigua presenza dell’inceneritore Copersalento e dei suo miasmi velenosi”. In allegato l’ordine del giorno presentato Odg area Pip

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!