Parco eolico. Tutti assolti

Guagnano. “Il fatto non sussiste”. Assolti Giuseppe Rizzo, ex sindaco; Salvatore Guerrieri ed Oronzo Perrone, ex assessori; Luigi Ancora a Paolo Perrone, proprietari dei terreni dove sarebbe dovuto sorgere l’impianto

GUAGNANO – Non c’è stato alcun abuso dietro il progetto dell’impianto eolico di Guagnano. Così ha stabilito la seconda sezione penale collegiale del Tribunale di Lecce presieduta da Roberto Tanisi che ha sposato la tesi degli avvocati difensori. Sono stati dunque assolti “perché il fatto non sussiste” Giuseppe Rizzo, l’ex sindaco di Guagnano accusato di abuso d’ufficio riguardo l’affidamento dei lavori per la costruzione del parco eolico nel Comune salentino; Salvatore Guerrieri, al tempo vicesindaco e assessore all’Ambiente e al Territorio; Oronzo Perrone, in qualità di assessore al Bilancio; Luigi Ancora e Paolo Perrone, entrambi di Guagnano, proprietari dei terreni sui quali sarebbe dovuto sorgere l’impianto. Per tutti la pm Donatina Buffelli aveva chiesto la pena di un anno e otto mesi. La vicenda ha preso le mosse nel 2007, dopo la denuncia dell’assessore alle Attività produttive Rossano Cremis, nella quale si sollevavano illeciti commessi nell’assegnare l’opera alla società ‘Bluenergy srl’ con sede ad Osimo (in provincia di Ancona). Il sindaco lasciò l’incarico promettendo ai cittadini che avrebbe dimostrato la sua innocenza. La sentenza è arrivata ieri pomeriggio. I difensori degli imputati, gli avvocati Paolo Spalluto e Lavinia Gala, hanno chiarito che la realizzazione di impianti eolici è sottoposta ad una autorizzazione unica regionale previa conferenza dei servizi. L’autorizzazione unica dunque sostituisce anche il permesso di costruire. Pertanto, secondo gli avvocati, la delibera del Consiglio comunale con lo schema di convenzione con la Blue energie non avrebbe modificato il valore dei terreni che erano interessati alla realizzazione del parco eolico e non avrebbe pertanto agevolato nessuno.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!