Molle: ‘Da Tarsu a Tia’

Ugento. La promessa di Pasquale Molle ai cittadini

UGENTO – “Se dovessi essere eletto, attiverò subito il processo di risoluzione del problema spazzatura ottimizzando il processo di raccolta differenziata per passare gradualmente dalla Tarsu (Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani legata alla superficie delle proprietà) alla Tia (Tariffa di igiene ambientale legata all’effettiva produzione dei rifiuti). Ma questo sarà solo il primo dei miei obiettivi. L’intero lavoro di amministratore sarà finalizzato a fermare il degrado sociale e amministravo in cui la città è piombata e che si manifesta in continui episodi di violenza, dal piccolo caso di cronaca cittadina ai ‘grandi fatti’ di ampia portata come il delitto Basile e il killeraggio di don Stefano. E’ una situazione che balza agli occhi anche ad uno sguardo distratto: l’Amministrazione, dopo tanto potere incontrastato e incondizionato, ha portato le finanze comunali al dissesto privando i cittadini, e soprattutto i giovani, addirittura della speranza di uno sviluppo socio-economico futuro”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!