Aree vaste. ‘Vendola sordo’

Bari. Secondo il consigliere Salvatore Greco il presidente della regione non avrebbe dato importanza alle sollecitazioni dei sindaci

BARI – “E’ da giugno dello scorso anno che i sindaci chiedono un incontro a Vendola perché si attivi e non si perdano le ingenti risorse destinate alle Aree vaste”. Lo ha dichiarato il coordinatore regionale della Puglia prima di tutto, Salvatore Greco, che al presidente della regione Nichi Vendola rimprovera di non aver saputo cogliere la preoccupazione dei sindaci e di aver posto poca attenzione nei confronti dell’eventualità della perdita dei finanziamenti destinati alle Aree vaste. “Già un anno fa – ha aggiunto il consigliere regionale – il sindaco di Lecce e quello di Bari si fecero promotori, in maniera bipartisan verrebbe da dire, di una richiesta di maggiore impegno da parte della Regione: un invito evidentemente caduto nel vuoto quando mancano ormai poco più di due anni al termine ultimo che segnerà l'uscita della Puglia dal bacino di quei territori che potranno contare sui finanziamenti europei per l'obiettivo Convergenza col rischio concreto di vedere tornare indietro finanziamenti di importi esorbitanti”. “Inizialmente – conclude Greco – la Regione aveva fatto sapere che si sarebbe proceduto per stralci, poi neppure quello: l'ennesima conferma della sconcertante inadeguatezza di chi guida la Puglia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!