Turismo religioso. Canti e processioni nel Salento

“L’organizzazione degli eventi – afferma la commissaria Apt di Lecce, Stefania Mandurino – è sempre più mirata e attenta alle esigenze dei pellegrini e alle peculiarità dei territori”

Sono all’insegna della spiritualità e della tradizione popolare i percorsi di fede tracciati in occasione della Pasqua e del ponte del 1° maggio per i turisti in vacanza nel Salento. Anche quest’anno l’Apt di Lecce ha infatti promosso i “Canti di Passione in Grecìa” fino al 23 aprile (in allegato); i riti della Settimana Santa nel Salento e il “Cammino per Leuca” (in allegato) dal 26 aprile al 1° maggio organizzato in sei tappe da “SpeleoTrekkingSalento” da Brindisi a Leuca. Il programma è stato presentato stamani dalla commissaria dell’Apt di Lecce, Stefania Mandurino, insieme ai rappresentanti di Comuni, Provincia, Confindustria Lecce, Associazioni culturali e Confraternite. All’incontro ha preso parte anche Gaetano Armenio, presidente dell’Associazione culturale “Opera” di Molfetta e coordinatore del progetto di promozione turistico – religioso “I Luoghi della Passione in Puglia” dell’Assessorato regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo. “Con questa iniziativa – ha spiegato la commissaria dell’Apt di Lecce – il Salento rafforza il suo contributo in favore di un progetto che ha finalità molteplici: contribuire allo sviluppo dell’identità culturale della Puglia; accrescere il senso di appartenenza e di identità con i luoghi; valorizzare il nostro patrimonio antropologico attraverso azioni promozionali che coniughino promozione e fruizione dei beni monumentali, naturalistici e storico-architettonici; sostenere i programmi di destagionalizzazione”. Tra i protagonisti di questa rete regionale pubblico – privata del sacro coordinata da “Opera” di cui fanno parte Confraternite, Enti pubblici, Associazioni turistiche e Aziende private, figurano tre realtà salentine radicate nella tradizione millenaria: Gallipoli, con la “Processioni della Tomba di Cristo, detta de L’Urnia”, e della “Desolata”; l’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina da anni in prima fila con i “Canti di Passione” e il Comune di Botrugno con la sua processione mattutina del Sabato Santo. Ma anche le tradizionali processioni di Lecce, Maglie e Cerfignano di Santa Cesarea Terme pur non aderendo al progetto regionale di “Opera”, fanno parte della rete di promozione del Turismo religioso curata da Apt Lecce. “Un’organizzazione che negli anni si fa sempre più mirata e attenta alle esigenze dei pellegrini e alle peculiarità dei territori”, ha detto la commissaria Mandurino sottolineando l’importanza strategica della collaborazione con Amministrazioni locali (in conferenza stampa erano presenti i sindaci di Maglie, Antonio Fitto, Gallipoli, Giuseppe Venneri, Martignano, Luigino Sergio, Alessandra Bray, assessore al Marketing territoriale del Comune di Gallipoli e Donato Biasco assessore alla Cultura del Comune di Botrugno), Enti (Antonio Rizzo, dirigente del Settore Turismo della Provincia di Lecce), Associazioni di categoria (Andrea Montinari, presidente della sezione Turismo di Confindustria Lecce), Confraternite e Associazioni culturali (Francesco Fontò di “Gallipoli Nostra”, Pantaleo Rielli di ”Salento Griko” e Riccardo Rella di SpeleoTrekkingSalento Lecce). “Gli eventi religiosi e folcloristici – ha spiegato ancora Mandurino – sono una componente decisiva per aprire nuove finestre sul mercato delle vacanze e soddisfare la domanda, ma anche per non abbassare la guardia rispetto alla necessità di tutelare e valorizzare le nostre ricchezze: turismo religioso e culturale devono far parte di un sistema di offerta turistica moderno che sia capace di coniugare gli elementi di identità storica con la tipicità dei luoghi, dei suoi prodotti eno-gastronomici di eccellenza e, soprattutto, con la loro piena sostenibilità e fruibilità”. Info: www.viaggiareinpuglia.it

Leave a Comment