Tre incendi d’auto nel weekend

Novoli/Lecce/Arnesano. L’ultimo episodio si è verificato la scorsa notte; gli altri due, nella notte tra sabato e domenica

LECCE – E’ stato un week end di fuoco, quello appena trascorso, in tre Comuni della Provincia di Lecce. Tre roghi sono stati appiccati ai danni di altrettante auto. L’ultimo caso si è verificato a Novoli, nella notte tra ieri ed oggi; lì ad essere data alle fiamme è stata un’Audi A2 di un 83enne del posto, usata però dal figlio dell’uomo. La vettura è andata praticamente distrutta. Sull’incendio stanno indagando i carabinieri. L'Audi, acquistata da pochi giorni, era parcheggiata davanti a casa dell’uomo, in via Montegrappa, a Novoli, quando le fiamme l'hanno totalmente avvolta ed ingoiata. I vigili del fuoco di Lecce, immediatamente intervenuti, hanno potuto fare ben poco. Ai carabinieri di Novoli ora il compito di dare una spiegazione su quanto accaduto e soprattutto di trovare il colpevole del gesto. Gli altri due episodi si sono verificati nella notte tra sabato e domenica, rispettivamente a Lecce e ad Arnesano. Nel primo caso ne ha fatte le spese la Fiat Punto parcheggiata in via Debora e di proprietà del bar Raphael s.r.l.” di Lecce, che è stata distrutta dalle fiamme. Il rogo ha danneggiato anche una Lancia Y. Procedono i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Lecce. Ad Arnesano, in via Manzoni, una Ford Ka, di un'operaia di 27 anni del posto, è stata invece danneggiata dall'incendio. Anche in questo caso le indagini sono nelle mani dei militari della stazione locale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!