'Slot' non a norma. Scatta il sequestro

Carmiano/ Copertino. Denunciati a piede libero i titolari degli esercizi pubblici dove le macchinette erano in uso

La finanza di Lecce ha sottoposto a sequestro amministrativo sette apparecchi da intrattenimento, in due esercizi pubblici di Carmiano e Copertino, perché non conformi alle leggi di Pubblica Sicurezza. I dispositivi visualizzavano il gioco della “slot machine” che, attraverso la combinazione casuale, garantivano vincite totalizzate in punti rigiuocabili dalla macchina, tutto in difformità con le leggi vigenti. Inoltre, su alcuni apparecchi vi erano installati dei dispositivi artigianali che consentivano l’esecuzione di due giochi, uno lecito e l’altro irregolare. Oltre al sequestro amministrativo dei videogiochi illegali, i finanzieri hanno, altresì, provveduto alla denuncia a piede libero dei titolari degli esercizi pubblici dove le macchine erano in uso e dei titolari delle imprese noleggiatrici degli apparecchi da intrattenimento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment