Scommesse illegali. Chiuse due agenzie

Lequile/ Arnesano. I gestori sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Lecce

Continua l’attività delle Fiamme Gialle a contrasto del gioco illegale e del gioco d’azzardo. I finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria di Lecce hanno individuato due centri di scommesse clandestine on – line legate a eventi sportivi. Dagli accertamenti è stato rilevato che i gestori delle attività commerciali, rispettivamente di Lequile e Arnesano, risultavano sprovvisti delle autorizzazioni previste dalle leggi di Pubblica Sicurezza per raccogliere e gestire telematicamente le scommesse su eventi sportivi. I finanzieri, constatata la totale assenza delle autorizzazioni prescritte, hanno operato una perquisizione all’interno dell’esercizio pubblico che si è conclusa con il sequestro di 8 personal computer, due stampanti termiche, due router e alcune decine di euro quale provento dell’attività illecita. Nello stesso ambito, all’interno di due esercizi commerciali, sono stati rinvenuti quattro videopoker che oltre a non essere collegati telematicamente con l’Azienda dei Monopoli di Stato e quindi privi di autorizzazione, presentavano tutti una modifica artigianale che consentiva di erogare vincite non in relazione all’abilità del giocatore bensì con componenti di casualità. I gestori sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Lecce per il reato di esercizio di scommesse clandestine e gioco d’azzardo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment