Gallipoli: Mario Caputo nuovo team manager

Sostituisce Vito Faggianelli in questo finale di stagione e in prospettiva della programmazione del prossimo campionato

Dopo aver appreso dalla stampa delle dimissioni del Team Manager Vito Faggianelli, la società del “Gallipoli Football 1909” ringrazia la bandiera gallipolina per il contributo apportato in questi ottantaquattro giorni di presenza al fianco dei ragazzi di Mister Favonio. Sarà Mario Caputo a sostituirlo in questo finale di stagione e in prospettiva della programmazione del prossimo campionato. Quasi diciottenne, Mario ha seguito le vicissitudini della prima squadra e delle giovanili sin dalla preparazione estiva, sempre presente in casa ed in trasferta durante i match in qualità di accompagnatore ufficiale. All’incarico delle Relazioni Internazionali, che già seguiva e che ha portato, tra l’altro, a Gallipoli, l’Agente Fifa Eliamon Suobo, l’Accademy Manager del Celtic David Moss, il Performance manager del Tottenham Hotspur Dean Rastrick, il Responsabile del settore giovanile dell’Inter Roberto Samaden, il Direttore sportivo del Congo Malu Mpasinkatu, il Trainer dell’Accademy Nike Antonio Falanga, l’Osservatore della Federazione Calcio rumena Gian Pio Del Monaco, sarà aggiunto quello del coordinamento generale. Al buon feeling con atleti e dirigenti il neo Team Manager affianca una predilezione al mondo del calcio, quello inglese in particolare, che sta affinando anche attraverso gli studi atteso il superamento della selezione dell’Università Bocconi per il corso di Laurea in Economia Aziendale e Management con indirizzo sportivo. Nella trasmissione “Salotto Giallorosso”, dove sarà ospite di Teleonda, racconterà la sua nuova avventura e in chat live sul sito il miogallipoli.it ogni giovedi alle 21.30 potrà confrontarsi sullo stato dell’arte del progetto giallorosso.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment