Cinema, musica e spettacoli. A Lecce l'evento dell'estate

Prime anticipazioni del ricco cartellone della grande manifestazione che si svolgerà, nel capoluogo salentino, da giovedì 14 a domenica 17 luglio. Prevista, invece, per il 2 aprile, la finale regionale di “Italia Wave Band”. Sempre a Lecce

Lou Reed, Paolo Nutini, Kaiser Chiefs, Jimmy Cliff, Sud Sound System e Verdena. Ecco i primi nomi dal ricco cartellone di Italia Wave Love Festival 2011, da giovedì 14 a domenica 17 luglio a Lecce. Cinque i palchi dove si alterneranno stelle del rock e talenti della scena internazionale, band emergenti e nuove scommesse. Oltre cento eventi in quattro giorni, per un progetto che spazia dalla musica alle arti, dedicato ad pubblico curioso, giovane, europeo. Salento & Jamaica: giovedì 14 luglio ecco sul Main Stage Sud Sound System e Jimmy Cliff. I primi a fare gli onori di casa, Cliff ad infiammare il pubblico con il suo reggae/ska/rocksteady giamaicano doc: autore, attore, cantante, produttore. 40 anni di carriera ed un album nuovo di zecca, ”Existence”, da farci ascoltare. I tour di Kaiser Chiefs e Paolo Nutini faranno una sola fermata in Italia, questa estate. E sarà ad Italia Wave, venerdì 15 luglio. Occasione unica per gustarsi il pop-soul del songwriter scozzese e la rock band di Leeds, che proprio nei mesi estivi darà alle stampe il nuovo disco, tre anni dopo “Off With Their Heads”. Sabato 16 una vera perla per intenditori: il grande Lou Reed, con una formazione allargata a ottoni e tastiere ed un repertorio incentrato sulle produzioni di fine ‘70. Sempre sabato 16, approda a Lecce il tour italiano dell’anno, quello dei Verdena, sull’onda del successo riscosso con il doppio album “Wow”. Domenica 17 chiusura italiana con alcune tra le migliori formazioni di casa nostra che festeggeranno i 25 anni di festival. Sono alcune anticipazioni della prima edizione pugliese di Italia Wave Love Festival, che si articolerà in quattro giornate con la tradizionale formula di “festival urbano”: dallo Stadio Comunale – dove sarà allestito il Main Stage e dove ogni sera suoneranno 4/5 band di caratura internazionale assieme ad alcuni emergenti – alle spiagge salentine, dal centro storico all’Aeroporto di Lepore, dove si esibiranno i dj di Elettrowave. Tutta la città sarà investita dall’onda di Italia Wave, un’opportunità per Lecce, per il Salento e per tutta la Puglia, che si conferma meta del turismo musicale giovanile. Concerti, spettacoli, incontri, proiezioni cinematografiche e progetti speciali. Uno spaccato culturale del nostro tempo, una ribalta importante per le formazioni musicali emergenti che si esibiscono tutto l’anno nelle selezioni dei contest “Italia Wave Band” e “Elettrowave challenge” per poi esibirsi al festival. Musica ed eventi dalla mattina alla sera, con la maggior parte degli eventi ad ingresso gratuito. Il cast completo sarà annunciato entro la fine di maggio. Per l’ingresso ai concerti del Main Stage è previsto un biglietto di 15 euro (giovedì 14), 23 euro (venerdì 15) e 25 euro (sabato 16). Fino al primo luglio si può acquistare un abbonamento per i 4 giorni al prezzo di 50 euro. Biglietti e abbonamenti sono in vendita nei circuiti www.greenticket.it – www.boxol.it – www.bookingshow.com. Italia Wave Love Festival è organizzato dalla Fondazione Arezzo Wave Italia con il supporto di Regione Puglia, Puglia Sounds, Provincia di Lecce, Comune di Lecce e Camera di Commercio di Lecce e la collaborazione dell’Apt di Lecce. Tutti gli aggiornamenti sono su www.italiawave.com Intanto, come assaggio della manifestazione, sabato 2 aprile (ore 22 – ingresso 3 euro) alle Officine Cantelmo di Lecce, si terrà la finale regionale per i gruppi pugliesi iscritti al concorso “Italia Wave Band” organizzato dalla Fondazione Arezzo Wave Italia. Otto gruppi si contenderanno i due posti utili per rappresentare la Puglia dal 14 al 17 luglio sul prestigioso palco di Italia Wave Love Festival che si terrà per la prima volta a Lecce. Nelle tredici serate per le selezioni nelle sei province si sono esibite ben 63 band selezionate tra le 164 iscritte al concorso. Questi i gruppi che approdano alla finale: Moustache Prawn (Brindisi), Tears of Joy (Taranto), The Metropolitans e Teenage Riot (Lecce), Eels On Hells (Bat), Io ho sempre voglia e Eva (Bari), Ozona Cherry (Foggia). Oltre all'esibizione sui palchi del festival il migliore gruppo fra tutti i vincitori regionali si aggiudicherà anche un tour organizzato in collaborazione con il circuito di locali e club KeepOn! e strumenti musicali per un valore totale di 7000 euro fra piatti Ufip, una tastiera Korg, un amplificatore Vox, testate per basso Marshall e Warwick, una batteria Sonor e tanti altri ancora. Il concorso ha riscosso quest’anno un grandissimo successo: a livello nazionale si è raggiunto un numero di iscrizioni mai avuto in precedenza (2.308) e anche a livello pugliese si tratta del record di tutti i tempi. Come ogni anno sono state prese in considerazione tante proposte diverse, spaziando in ogni genere e stile musicale, dai cantautori ai gruppi rock, dal folk all'elettronica, da punk e metal fino all''hip-hop, per un risultato variegato che restituisce una fotografia fedele della scena musicale pugliese. La Fondazione Arezzo Wave Italia è rappresentata in Puglia dai due responsabili regionali Cesare Liaci e Carlo Chicco, che in questi anni hanno fatto crescere e consolidare la rete pugliese di Italia Wave Network che conta ad oggi 9 antenne in 8 città. Fino al 2011 1.858 band si sono iscritte al concorso dalla Puglia. Tra i vincitori Mista e Missis (Lecce -1989), Al Darawish (Bari – 1991), Foghenaist (Taranto – 1995), Folkabbestia (Bari – 1996), Teclo (Bari – 1997), Pseudofonia (Foggia – 1998), Quarta Parete (Bari – 1999), Worm (Bari – 1999), Birdy Hop (Brindisi – 2000), Bludinvidia (Lecce – 2001), Valvole Davoli (Lecce – 2002), Png56 (Bari – 2003), Skill (Bari – 2004), Petri (Brindisi – 2005), Jolaurlo (Bari – 2006), Manigold (Lecce – 2006), Leitmotiv (Taranto – 2007), Spread Your Legs (Lecce – 2007), Pensierinvolgare (Lecce – 2008), The River (Bari – 2009), The People Speak (Bari – 2010).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment