Matino. La polizia c'è

Matino. Presso la sala consiliare di palazzo Marchesale una giornata di formazione per la polizia locale

MATINO. Si è riunita ieri, presso la sala consiliare di palazzo Marchesale di piazza San Giorgio, a Matino, la polizia locale, per partecipare al convegno Il nuovo sistema integrato di sicurezza urbana, organizzato dall'amministrazione comunale, l'Assessorato alla P.M. e Sicurezza del territorio. Una giornata dedicata alla formazione, aggiornamento, confronto e riflessioni apertasi alle 8.30 e protrattasi fino alle ore 19.00 con la consegna finale degli attestati di partecipazione. Tre le sessioni, moderate da Donato Zacheo, comandante della polizia locale di Lecce, dibattute sul tema della sicurezza urbana, da cui è emersa la crescita dell'impegno degli enti locali a dare vita a politiche integrate nell'ambito della prevenzione e nel trattamento delle devianze. Ad aprire i lavori la relazione di Luigi Romano, direttore dell'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile di Lecce, che ha affrontato la tematica dell'incidentalità, “gli incidenti costituiscono una vera e propria emergenza sociale, sanitaria ed economica” – ha sentenziato l'ingegnere, fornendo poi dei dati rosei in materia, con notevoli progressi nell'opera di riduzione dell'incidentalità, quasi del 50% in meno il numero dei decessi, nel decennio dal 2001 al 2010. “A livello europeo, infatti, – ha spiegato Romano- si prevede di realizzare una riduzione del 37%, mentre l'Italia è collocata al di sopra della media con una performance che ha già superato nel 2009 il 40% e si prevede che possa superare nel 2010 il 45%”. Interessanti i dati forniti dal direttore anche sulla situazione provinciale: “Nel corso dell'anno 2009 si sono verificati nella provincia di Lecce 2.409 incidenti con 49 decessi. Rispetto all'anno precedente si è registrata una riduzione degli incidenti del 3% e una riduzione dei decessi del 32,87%. La maggior parte degli incidenti avviene sulle strade urbane, il 76% e tra le cause principali con il 17% il mancato rispetto delle regole di precedenza.” Valentina Romano, avvocato del Foro di Lecce, ha illustrato uno dei compiti più importanti dell'azione della Pubblica Amministrazione, ovvero la conservazione dell'organismo sociale, perchè è proprio dall'azione dei privati che possono derivare danni alla società, soffermandosi sugli interventi edilizi e le relative sanzioni penali in caso di assenza o difformità del permesso di costruire. A seguire Giuseppe Carmagnini, dirigente della Polizia Municipale di Prato, soffermatosi sulle applicazioni delle modifiche introdotte dalla legge 120/2010 e Massimo Ancillotti, comandante della Polizia Municipale di Firenze che si è concentrato sul rapporto tra minorenni e violazioni amministrative del codice della strada, per via della mancanza nel codice della strada di una specifica disciplina delle violazioni commesse da minori. Positivo il bilancio a chiusura dei lavori quindi, perchè nonostante la discrepanza tra il numero dei reati e il livello di sicurezza percepito, la polizia locale con la sua presenza, la sua partecipazione al Convegno, dimostra di voler continuare e migliorare il suo apporto per assicurare condizioni di vivibilità e sicurezza alla nostra comunità.

Leave a Comment