Rally. De Marco costretto al ritiro

Speranze disattese per la “Casarano Team” al “Valli aretine”: il pilota leccese e Andrea Nicoli hanno alzato bandiera bianca

La dea bendata volta le spalle alla Scuderia “Casarano Rally Team” impegnata nel week end con l’equipaggio composto da Marco De Marco e Andrea Nicoli nel “1° Historic Rally delle Valli Aretine”, manifestazione andata in scena in quel di Arezzo e riservata alle auto da corsa che hanno contribuito a scrivere belle pagine del libro dei rally. In una gara condizionata pesantemente dalla pioggia, il pilota leccese schieratosi al via per la prima volta su una Porsche 911 RS Gruppo 4 messagli a disposizione da Balletti Motorsport, team specializzato nel settore dell’automobilismo storico, è stato costretto ad alzare bandiera bianca a metà gara, per via di alcuni piccoli problemi di adattamento alla vettura tedesca; una trazione posteriore capace di prestazioni assolute ma che necessita di una certa familiarità al volante, specie in condizioni di scarsa aderenza. Partiti con l’intento di fare una gara accorta senza però accontentarsi solo di arrivare, De Marco e Nicoli non sono mai riusciti a entrare nel vivo del confronto proprio per non aver trovato la giusta sintonia con vettura e fondo stradale. Tredicesimi assoluti dopo la prima prova, l’equipaggio “Casarano Rally Team” non ha brillato nemmeno nelle due speciali successive, rimanendo nei parziali costantemente ancorato al mezzo minuto di distacco dal vertice. Al parco riordino, viste le condizioni meteo che non accennavano a migliorare, la decisione di gettare la spugna, presa sulla base anche dell’impossibilità a sfruttare al meglio il secondo giro di prove per acquisire maggiore confidenza sulla novecentoundici. “È stata una gara veramente difficile – commenta De Marco – in alcuni tratti complice il fondo bagnato la vettura era inguidabile. Non è facile pilotarla al meglio anche perché c’è uno squilibrio di pesi tra anteriore e posteriore che disturba molto e che richiede una specifica conoscenza del mezzo. A complicare il tutto ci si è messa pure la pioggia; in simili condizioni è difficile riuscire a dare il massimo. Ora guardiamo avanti e valuteremo la possibilità di correre a Sanremo con un'altra vettura”. Prossimo impegno per Marco De Marco, sempre in coppia con il giornalista milanese Andrea Nicoli tra 15 giorni con la disputa del 17° Rally Città di Casarano, gara in chiave moderna a validità per il Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona a coefficiente 1,5 e che il driver leccese affronterà su una Peugeot 207 Super 2000 by PA Racing.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment